Deispanta di Canu, un Vermentino in purezza che ha fatto scuola

All’inizio li guardavano con sospetto per la decisione di utilizzare Vermentino e Cannonau in purezza, ma poi i proprietari di Canu hanno fatto scuola: la loro idea è stata premiata anche all’estero in numerosi concorsi di prestigio. Vi raccontiamo Deispanta, un bianco da non perdere.

0
51
Deispanta di Canu

L’azienda

Il luogo è uno di quelli che vale la pena conoscere, a Balaiana nel comune di Luogosanto, sulle colline galluresi a 300 metri sul livello del mare. Una campagna bellissima, i maestosi graniti e il sito degli olivastri millenari di Luras che conserva S’Ozzastru, l’albero più vecchio d’Europa con i suoi 4000 anni stimati e una circonferenza di 12 metri.

Al confine con il parco c’è la proprietà di Canu, 230 ettari dei quali 10 vitati e 7 attualmente produttivi. Sono ormai più di trent’anni che qui si produce vino ma, ci racconta Carla Cualbu, amministratrice dell’azienda, fino alla vendemmia del 2019 veniva utilizzato a supporto della struttura agrituristica che comprende l’ospitalità e la produzione di carni e formaggi, realizzando vere e proprie esperienze di turismo enogastronomico.

Da lì in poi, ingaggiato un enologo sardo di grande prestigio come Andrea Pala, miglior giovane enologo d’Italia nel 2021 secondo Vinoway, ha preso vita l’idea di mettere sul mercato il marchio Canu: “è il nome con cui questo posto è accatastato sui mappali fin da fine ‘800, in più noi siamo tutti parenti ma portiamo un nome diverso, ecco perché l’abbiamo scelto”. A prendersi cura della campagna c’è il socio di Carla, Antonello Nolis: l’azienda non ha mai chiesto la certificazione, ma segue tutti i parametri della coltivazione biologica.

I nostri vigneti sono in alto, ci troviamo tra la foresta degli olivastri e il lago Liscia. Qui c’è una notevole escursione termica tra giorno e notte che dà finezza e profumi ai vini. Lavoriamo tutto a mano, dalla vendemmia alla successiva selezione dei grappoli, oltre ad avere rese per ettaro volutamente molto basse.” Carla Cualbu ci tiene a sottolineare come quella di Canu sia una sfida (vinta) partita incontrando la diffidenza degli addetti ai lavori: “I primi anni ci guardavano con sospetto per la nostra decisione di utilizzare Vermentino e Cannonau in purezza, per far scoprire le loro reali peculiarità: il tempo ci ha dato ragione, tanto che diversi sono stati i premi che abbiamo ottenuto, tra i quali la medaglia d’oro nel 2021 al concorso internazionale Grenaches du Monde con il Cannonau Porteddu.

I vini

A partire dalla prossima vendemmia del 2023 le bottiglie di Canu saliranno a circa trentamila, con una netta prevalenza del Vermentino che rappresenta i due terzi della produzione.

I due Cannonau, il rosé Bibi e il Porteddu, sono vini dallo stile particolare: La nostra idea è che il Cannonau di Gallura, di per sé già fuori dalle zone più conosciute, debba essere apprezzabile anche come aperitivo, adattandosi a quelle che sono le nuove abitudini legate al cibo. Quindi Porteddu fa solo acciaio e ha una beva molto meno impegnativa di quella che si attribuisce solitamente a un Cannonau.

Deispanta è invece un Vermentino Superiore, vino principale della cantina: le uve provengono da suolo da disfacimento granitico e in cantina subiscono una pigiatura soffice cui segue una macerazione pellicolare di 12 ore a temperatura controllata. La fermentazione avviene in acciaio con lieviti selezionati, lo stesso materiale viene usato per l’affinamento che precede un’ulteriore breve sosta in bottiglia.

 

È un vino dalla bella pulizia, che al naso profuma di fiori bianchi e ginestra e regala leggere note d’agrume ed erbe aromatiche. In bocca si ritrovano sentori balsamici, sapidità e mineralità. In chiusura il piacevole, leggera sfumatura amaricante tipico del vitigno. Un vino di corpo che si sposa bene con piatti di pesce non troppo delicati ed è ideale per esempio abbinato alle linguine arselle e bottarga. Non disdegna infine formaggi della sua terra.

Indirizzo

Cantina Canu

Società Agricola Nolis – Azienda Canu
Loc. Balaiana – 07020 Luogosanto (SS)

Tel. 351 1633419 (per telefonate e WhatsApp)
E-mail: info@cantinacanu.com

Sito web