Il vino più “prezioso” del mondo si fa in Italia: è una bottiglia di Amarone da 2 milioni di euro

A Vicenza l’arte veste anche le bottiglie più preziose: qui viene prodotta la bottiglia di vino più preziosa del mondo, con una copertura di diamanti e rubini dal valore di due milioni e mezzo di euro.

0
375
La notizia

Un abito nobile per un vino nobile: nel distretto orafo di Vicenza è stata realizzata una bottiglia di Amarone della Valpolicella con cinquecento diamanti e dodici rubini, dal valore di due milioni e mezzo di euro circa. Dopo aver scoperto che tra i dieci vini più costosi in Italia ci sono due Amarone, ecco un altro traguardo per la Valpolicella: la bottiglia di vino più preziosa al mondo.

Se l’Italia è il simbolo globale di stile ed alta moda, Vicenza è conosciuta come capitale della produzione orafa più sopraffina. L’atto della Fraglia degli Orafi di Vicenza, pubblicato nel 1399, attesta un’attività e abilità artistica che, in realtà, risale sino a periodi più antichi. I primi ritrovamenti di monili in oro nell’area vicentina risalgono anche all’età del Ferro e, nel corso dei secoli, la produzione dei gioielli è andata di pari passo con gli interessi dei nobili e successivamente del clero. Oggi il sapere dei maestri orafi vicentini fa i conti con le richieste del tempo: diamanti e pietre preziose non sono più solo un bene da indossare.

Ecco che, dunque, Davide Cestonaro, maestro incastonatore, Daniela Montalbò, incastonatrice, e Andrea Dezulian, esperto gemmologo, hanno creato una sorta di “tappo” per coronare la bottiglia proveniente dalla cantina Menegolli. La scelta delle gemme non è (ovviamente) casuale: dodici rubini da uno e due carati, incastonati a mano uno per uno, del colore sangue di piccione, la tonalità più pura e profonda per un rubino, che ricorda la stessa intensità che si attribuisce a uno tra i vini rossi più opulenti e conosciuti al mondo, l’Amarone della Valpolicella.

Tra questi rubini, spicca in cima al “tappo” un rubino da venti carati proveniente dalla Birmania, che sigilla la bottiglia. Ad accompagnare queste “gocce rosse”, le gemme più preziose per uno tra i vini più preziosi: cinquecento diamanti. Questo manufatto unico al mondo è stato valutato con una cifra che raggiunge i due milioni e mezzo di euro.

Fonte: corriere.it

Foto: Crediti Azienda Menegolli