Pornstar Martini, il cocktail più “piccante” del mondo: la ricetta di un grande bartender perfetta per l’autunno

Il cocktail più "piccante" di sempre, idolatrato, replicato e rivisitato dai migliori bartender del mondo. Qui nella versione di Lucio D’Orsi, per inaugurare in grande stile la stagione di bevute autunnali.

0
73
Il cocktail

Esiste un cocktail, il Pornstar Martini, ed esiste(va) Douglas Ankrah, il suo inventore che gli diede i natali nel 2002, e che lo scorso agosto è purtroppo prematuramente mancato.

Crediti AIBM Project

Tra i personaggi più influenti della barindustry, creò a Londra l’Accademy of Bartending nel 1996 e all’inizio del nuovo millennio diede vita nella capitale inglese a due locali icona come il LAB Bar e il Townhouse di Knightsbridge. Fu lui a realizzare per la prima volta il Pornstar Martini, un cocktail di fama mondiale particolarmente profumato ed intenso, che gioca tutto sull’abbinamento tra la vaniglia e il sapore tropicale del frutto della passione.

Crediti Jamie Lau

Esistono però anche numerosi suoi ammiratori ed estimatori tra i colleghi bartender che hanno deciso di rendergli omaggio in diversi modi: qualcuno ha addirittura voluto onorarlo creando una versione propria del famoso cocktail divenuto ora più che mai immortale.

Foto da Unsplash

È il caso di Lucio D’Orsi del Dry Martini Sorrento by Javier de las Muelas, l’unico in Italia di cinque nel mondo (Barcellona, Madrid, San Louis Potosì, S’Agarò Costa Brava e Sorrento appunto), e del suo twist di livello che non è solo un omaggio ma una vera opera per l’opera.

Crediti Dry Martini Sorrento by Javier de las Muelas
Crediti Dry Martini Sorrento by Javier de las Muelas

E da chi aspettarselo, se non da uno dei pezzi da novanta del mondo del bar italiano? Sulla terrazza del Majestic Palace Hotel, risalente al 1967, il bartender campano crea, ricerca, sviluppa, studia e diffonde cultura allo stato liquido, come in questo caso in cui riesce ad esaltare ciò che è già un must per il mondo intero.

Foto da Unsplash

Ankrah diceva di averlo chiamato Pornstar Martini perché pensava fosse qualcosa che una pornostar avrebbe bevuto -“è pura indulgenza, sexy, divertente ed evocativo”, affermava. La ricetta originale prevede infatti:

50 ml di vodka alla vaniglia

15 ml di liq passion fruit

30 ml di frutto della passione

15 ml di sciroppo vaniglia

Shot di champagne a parte

Foto da Unsplash
Pornstar Martini 2.0

Il punto di vista del bartender D’Orsi invece gioca tutto su una traslazione gusto olfattiva, altrettanto suadente ma dalla personalità compositiva ben diversa.

La ricetta del Pornstar Martini 2.0

Ingredienti

20 ml di vodka alla vaniglia

20 ml di cachaça

20 ml di succo di passion fruit lattofermentato

20 ml di liq passion

10 ml di sciroppo di passion fruit

10 ml di succo di lime

1 bar spoon di succo di yuzu

1 drop fresh ginger di Droplets by javier de las Muelas

4 drops di hot chili by Javier de las Muelas

“La mia versione è pensata per permettere ad un pubblico più ampio ed eterogeneo di bere il Pornstar Martini; la sua versione classica è molto dolce e caratterizzata dalla sfumatura acida del passion fruit, ma al tempo stesso leggerissima, tant’è che la nota di champagne finale serve per dare acidità al palato e limare la parte dolce, tagliando trasversalmente la bevuta con bolle e acidità. Io ho voluto creare qualcosa di diverso smussando la parte alcolica tramite l’utilizzo della cachaça, per ottenere uno spirit sempre di canna ma con note evidentemente diverse rispetto alla vodka alla vaniglia.

Crediti Dry Martini Sorrento by Javier de las Muelas

Ho aggiunto un mix di agrumi come lime e yuzu e del lattofermentato al passion fruit che dà anche la nota sapida, perché lo starter per innescare la fermentazione è composto da una parte di sale e zucchero; ho adoperato i droplets (essenze) di nostra produzione con cui aromatizzare i drink, nota di zenzero (che con il passion fruit crea una spiccata freschezza) e poi un tocco caldo e piccante perché non esiste, secondo me, un Pornostar senza piccantezza!”, racconta fiero Lucio D’Orsi.

Crediti  Dry Martini Sorrento by Javier de las Muelas

Bene, ora avete il vostro cocktail settembrino, perfetto per la fine dell’estate, per l’inizio dell’autunno e per sempre, come Douglas Ankrah auspicava sarebbe diventato.

Foto di Copertina: Crediti Jamie Lau

Indirizzo

Dry Martini Sorrento by Javier de las Muelas

Corso Marion Crawford, 40, 80065 Sant’Agnello NA

Tel: 0818072050

Sito Web