Quali sono i 10 vini più costosi al mondo: ecco le bottiglie con prezzi da capogiro

Tanta Francia ma non solo, bottiglie antiche ma anche più recenti: i vitigni più apprezzati per etichette che hanno raggiunto cifre da capogiro.

0
1136
La Notizia

Le aste relative alla vendita di bottiglie di vino pregiate sono da sempre risultate un parametro utile per consentire ad appassionati ed addetti ai lavori di fotografare lo stato dell’arte della produzione vitivinicola mondiale, ma anche per studiare mode, trend e gusti dei più grandi collezionisti del pianeta.

Crediti Romanée Conti

Il lockdown originato dall’emergenza sanitaria ha ulteriormente incrementato il giro d’affari delle varie case d’asta, determinando il raggiungimento di cifre di tutto riguardo anche per una singola bottiglia.

Crediti Romanée Conti

È di questi giorni la notizia relativa alla vendita da parte di Sotheby’s di due prestigiose casse di Chateau Cheval Blanc del 1947, che hanno raggiunto la ragguardevole cifra di 400.000 sterline, che porta la valutazione di una singola bottiglia a 22.000 sterline. Ma se pensate che questo possa essere un acquisto costoso, è forse il caso di dare uno sguardo alla classifica aggiornata dei vini più costosi al mondo, una top ten caratterizzata dalla presenza di tanti vini francesi ma anche di alcune sorprese.

Crediti Screaming Eagle

I 10 vini più costosi al mondo

  1. Domaine de la Romanée-Conti, Romanée-Conti Grand Cru 1945 – 558.000 dollari
  2. Cabernet Sauvignon di Screaming Eagle, 1995 – 500.000 dollari
  3. Chateau Cheval Blanc, 1947 – 304.375 dollari
  4. Domaine Leroy Musigny Grand Cru, 1990 – 244.000 dollari
  5. Chateau Margaux, 1787 – 225.000 dollari
  6. Penfolds Kalimna Block 42 Ampoule, 2004 – 168.000 dollari
  7. Chateau Lafite, 1787 – 117.000 dollari
  8. Chateau d’Yquem Sauternes, 1811 – 117.000 dollari
  9. Domaine de la Romanée-Conti Montrachet, 2010 – 116.000 dollari
  10. Bordeaux di Chateau Mouton Rothschild, 1945 – 84.191 euro
Crediti Romanée Conti

Una classifica monopolizzata dalla Francia ma con qualche sorpresa, con una menzione d’obbligo per i vini presenti sul podio, a partire dallo Chateau Cheval Blanc, un Merlot dalla straordinaria purezza e dall’annata di rilievo, il cui prezzo è determinato dalle dimensioni della bottiglia, una methuselah (quindi da 6 litri) equivalente a otto bottiglie di grandezza standard.

Crediti Cheval Blanc

Al secondo posto si piazza il Cabernet Sauvignon di Screaming Eagle, vino che da alcuni anni riceve dagli esperti i punteggi più alti il cui prezzo è stato però anche condizionato dal fatto che la bottiglia in oggetto fosse la protagonista di un’asta di beneficenza.

Crediti Chateau Margaux

Al primo posto, infine, Domaine de la Romanée-Conti, Romanée-Conti Grand Cru 1945, etichetta da sempre ritenuta la più prestigiosa e che in questo caso particolare ha visto aumentare il suo valore grazie a due fattori, l’annata e soprattutto la rarità del prodotto. Ne furono infatti commercializzate solo 600 bottiglie, contribuendo a rendere questo vino a dir poco prezioso.

Fonte: investireoggi.it