I migliori vini del mondo per il 2021: l’Italia batte la Francia con i fermi, lo champagne detta legge con le bollicine

Come ogni anno in primavera l'International Wines and Spirits Competition, la più antica competizione al mondo, ha pubblicato le valutazioni dei migliori vini dell’emisfero settentrionale.

0
199
Il Vino

In primavera l’emisfero settentrionale, in estate quello meridionale. Non sono le tappe di un viaggio, ma le regole dell’International Wines and Spirits Competition (IWSC) che puntualmente ogni anno in questi due specifici momenti valuta i vini di una parte o dell’altra del mondo. La più antica competizione al mondo nel suo ambito ha comunicato le valutazioni per il 2021 relative ai vini dell’emisfero settentrionale, un meticoloso lavoro che ha visto ben 3.460 vini ricevere un riconoscimento, la “medaglia”, di cui 148 d’oro. Tra i vini premiati con il massimo riconoscimento ci sono 15 dolci e 16 liquorosi, ed in particolare questi ultimi erano equamente divisi tra Porto e Sherry.

Per quel che concerne i paesi, da sottolineare le 7 medaglie d’oro ricevute da prodotti canadesi nella categoria riservata ai vini dolci, le 2 assegnate alla Grecia per le annate 2001 e 2013 di Estate Argyros, o altri vini particolarmente apprezzati come il Szent Tamás Furmint 2018 di Balassa Bor Tokaj in Ungheria e il Trockenbeerenauslese Riesling 2017 di Weingut Rabl in Austria. La Francia ha invece dominato la categoria degli spumanti, con ben 14 medaglie d’oro su 32 totali, ma si è ben difesa anche l’Italia grazie a 7 affermazioni, tra queste un Franciacorta, il Brut 2014 di Lo Sparviere e, sorprendentemente, un Concerto Lambrusco Dry 2020 di Medici Ermete.

Spagna (7), Francia (12), Italia (28) e Stati Uniti (7) sono i paesi con il maggior numero di affermazioni nella categoria riservata ai vini fermi, con il nostro paese che ha recitato il ruolo da protagonista. Il vino con il punteggio più alto è stato il Famille Carabello-Baum, Corton Grand Cru 2018, Pinot Noir, mentre il primo vino italiano classificato è stato il Barolo Lagarbiana 2016 di G.D. Vajra, ed il miglior vino spagnolo è stato il Vina Arnaiz, 2016 Pata Negra Reserva, Ribera Del Duero.

Ha destato scalpore il risultato conseguito da Naked Wines, rivenditore statunitense di vini acquistabili grazie ad un abbonamento online e noto per la disponibilità di prodotti sotto i 30 dollari, che ha conseguito 3 medaglie d’oro per il suo Cabernet Sauvignon 2018, il Petite Sirah 2018 e il Pinot Nero 2019. Tra i produttori di vino premium, la Francis Ford Coppola Winery ha vinto una medaglia d’oro per il suo Director’s Cut Zinfandel 2017 e il 2018 Archimedes Cabernet Sauvignon. Tutti i vincitori americani provenivano dalla California, ad eccezione del Twill Cellars 2018 Chardonnay della Willamette Valley dell’Oregon.

Fonte: forbes.com