Paghereste 1 milione di dollari per una bottiglia di vino? Christie’s mette all’asta il Petrus 2000 andato nello spazio

Il vino che ha trascorso più di un anno nello spazio in orbita attorno alla terra sarà presto messa all’asta. I proventi della vendita verranno utilizzati per finanziare future missioni spaziali.

0
78
La Notizia

Appuntamento imperdibile per i collezionisti di vini preziosi: Christie’s ha infatti annunciato che il vino spaziale, la bottiglia di Petrus 2000 che ha trascorso più di un anno nello spazio, sarà messa all’asta. Il prezzo stimato è di 720.000 sterline (1 milione di dollari circa).

Il (ricco) e fortunato collezionista che riuscirà ad aggiudicarsi la bottiglia riceverà una vera e propria box contenente anche una bottiglia di Petrus 2000 “terreste”, un cavatappi ottenuto lavorando un pezzo di meteorite oltre a un decanter e particolari bicchieri. Anche il vino proveniente dallo spazio avrà una confezione ad hoc, un baule realizzato da Les Ateliers Victor di Parigi, il risultato di oltre 900 ore di lavoro, un progetto ideato per includere un “caveau segreto, nascosto dietro un sistema solare ispirato a Jules Verne” ha dichiarato il CEO di Les Ateliers Victor, Benoît Miniou.

Del viaggio compiuto dalle 12 bottiglie di Petrus 2000 si è molto parlato in passato: i vini hanno trascorso 440 giorni nello spazio, l’equivalente di 300 viaggi sulla Luna, e per 14 mesi sono stati conservati presso la Stazione Spaziale Internazionale, nell’ambito di un progetto di ricerca guidato da Space Cargo Unlimited. Una volta rientrati dallo spazio, alcuni campioni dei vini “spaziali” sono stati confrontati con bottiglie dello stesso tipo rimaste però sulla terra: gli esperti chiamati a degustarli hanno riscontrato lievi ma evidenti differenze nel carattere dei vini.Il vino che ha trascorso 14 mesi in orbita sembra più evoluto di quanto ci si potrebbe aspettare da un Petrus 2000 ha affermato un portavoce del gruppo di esperti, aggiungendo “è ricco di sfumature, ha tannini fini, tanta energia ed una netta differenza di espressione rispetto al corrispettivo rimasto sulla terra”.

Christie’s ha comunicato che i proventi della vendita del Petrus 2000 verranno utilizzati per finanziare future missioni spaziali: “Questa bottiglia segna un passo fondamentale nella ricerca dello sviluppo e dell’acquisizione di una maggiore comprensione della maturazione del vino” ha dichiarato Tim Triptree, direttore internazionale del dipartimento vino e liquori di Christie’s. “Christie’s è lieta di portare sul mercato questa bottiglia unica nel suo genere, e di supportare Space Cargo Unlimited nella ricerca del futuro delle pratiche agricole”. Nicolas Gaume, cofondatore e CEO di Space Cargo Unlimited, ha dichiarato: I proventi della vendita ci consentiranno di continuare la Mission WISE, che prevede l’attuazione di sei esperimenti, nello spazio, per aiutarci a inventare l’agricoltura e il cibo di cui abbiamo bisogno nella Terra del futuro.

Fonte: decanter.com | Foto Christie’s