Capichera, è la fine di un’era: in vendita per 18 milioni di euro la prestigiosa cantina sarda

Per quanto le trattative fossero riservate, le immagini apparse su Kensington International Group sito specializzato in real estate che non annovera solo ville e hospitality, ma anche cantine non lasciano dubbi: l’azienda Capichera è in vendita.

0
192
La Notizia

Arriva come un fulmine in un cielo burrascoso, la notizia che nessuno si aspettava. Capichera, storico blasone dell’enologia sarda, è in vendita per 18 milioni di euro. L’annuncio è comparso sul sito specializzato Kensington International Group, holding fondata dal saudita Ahmed Bin Kandil Jadi, il cui comparto real estate non annovera solo ville e hospitality, ma anche cantine.

Parla di una “amazing winery in Sardinia”, senza nominare l’azienda di Arzachena di proprietà della famiglia Ragnedda, giacché le trattative di questo livello avvengono solitamente nella massima riservatezza; la foto tuttavia è facilmente riconoscibile e corrisponde a quelle ufficiali presenti sul sito aziendale. Prosegue decantando ”un vino tradizionale tra i più ricercati della Gallura”: l’azienda “è un riferimento dell’enologia di alta qualità ed ha una storia di 40 anni di successi. L’estensione totale nella parte nord-orientale della Sardegna è di oltre 100 ettari fra Arzachena, Olbia e Palau, con 40 ettari di pregiati vigneti e oltre 60 ettari di terreno (pascoli, macchia mediterranea, bosco). Inoltre l’azienda possiede più di 3000 metri quadrati di strutture di vario tipo, tra cantine, magazzini, uffici, sale di ricevimento e alloggi. Sia la cantina che l’azienda agricola sono ampiamente dotate delle attrezzature e dei mezzi necessari in entrambi i settori”.

Né mancano i dettagli sui volumi di produzione, pari a 250mila bottiglie su un complesso di 10 etichette, destinate per il 20% all’esportazione in un mercato di 25 paesi. Insomma “un marchio solido e prestigioso riconosciuto per la sua unicità e particolarità, che porta il nome della Gallura in tutto il mondo”. Ma non sarebbe la prima azienda sarda a essere ceduta: nel 2016 è toccato a Sella&Mosca, venduta da Campari a Terra Moretti, mentre nel 2017 è stata la volta della Cantina Mesa, fondata da Gavino Sanna, acquisita dal gruppo Santa Margherita della famiglia Marzotto.

Fonte: La Nuova Sardegna