The World Whiskies Awards 2021: ecco il miglior bourbon del mondo che da 40 dollari è passato a 800 dollari a bottiglia

Il W.L. Weller C.Y.P.B. della Buffalo Trace Distillery ha ottenuto il prestigioso riconoscimento, accogliendo le proposte e le indicazioni dei tanti appassionati del bourbon. Oggi il valore di mercato di una bottiglia si aggira intorno agli 800 dollari.

0
251
La Notizia

Il miglior bourbon del mondo, secondo i The World Whiskies Awards 2021, è il W.L. Weller C.Y.P.B. della Buffalo Trace Distillery, di proprietà della Sazerac Company, creatrice anche di prodotti famosi liquidi americani come il Pappy Van Winkle, l’Antique Collection e l’E.H. Taylor. Il concorso annuale ha nominato l’ultima creazione di questa distilleria di Frankfort (USA) “Miglior Kentucky Bourbon”, oltre che “Vincitore di categoria”, sbaragliando molti agguerriti competitor.

Questa volta però il mastro distillatore Harlen Wheatley ha dovuto condividere il premio con i tanti appassionati di bourbon del Kentucky, che hanno contribuito alla realizzazione del W.L. Weller C.Y.P.B. in prima persona. Infatti, C.Y.P.B. sta per “Craft Your Perfect Bourbon” e, come suggerisce il nome, ha consentito di avvicinare i bevitori alle tecniche di preparazione e di affinamento del whiskey in una specie di giocoso crowdsourcing. Tutto è iniziato nell’autunno 2015, quando la Buffalo Trace Distillery ha lanciato un sito web interattivo, con il quale ha incoraggiato i bevitori a considerare, e quindi a specificare, le caratteristiche di produzione del loro whiskey americano ideale.

Due anni dopo il lancio, il sito ha registrato più di 100.000 accessi con i partecipanti che chiedevano di personalizzare vari fattori come la miscela di cereali, la dichiarazione di età del whiskey, le prove e persino il posizionamento dei barili all’interno del magazzino della distilleria. Sono così emerse una serie di indicazioni preziose per la farm e punti in comune. Risulta quindi che il tipico appassionato dei prodotti della Buffalo Trace Distillary preferisce un bourbon di grano invecchiato almeno 8 anni lungo i piani superiori del magazzino, imbottigliato tra 45 e i 50 gradi alcolici. È così che è nato il W.L. Weller C.Y.P.B. E quindi il riconoscimento di questa settimana ai World Whiskeys Awards serve anche come rivendicazione per la base di fan.

«In quanto bourbon nato da un crowdsourcing, ciò che questo ci dice è che i nostri fan hanno un ottimo gusto – ha affermato il mastro distillatore Harlen Wheatley in un comunicato stampa inviato all’indomani del conferimento -. Il feedback che riceviamo dai nostri fan è prezioso e preso molto sul serio, quindi è fantastico vedere che questo nostro e loro impegno è stato premiato». W.L. Weller C.Y.P.B. era un prodotto già difficile da trovare. Probabilmente adesso diventerà ancora più raro. Quando ha debuttato sugli scaffali delle migliori enoteche e negozi specializzati, nella primavera del 2018, il suo prezzo al dettaglio si aggirava intorno ai 40 dollari. Oggi non si trova per meno di 800.

Quindi per gli appassionati di whiskey una buona consolazione potrebbe essere quella di ripiegare su un prodotto più accessibile come l’E.H. Taylor Small Batch, che comunque si è portato a casa una medaglia d’oro ai World Whisky. Una bottiglia di questo liquido la si può trovare ad un costo di circa 100 dollari. La distilleria ha voluto dedicare il prodotto al colonnello E.H. Taylor Jr., che ha aiutato a far approvare dal Congresso nel 1897 il Bottled in Bond Act. Secondo gli intenditori e appassionati il whiskey presenta delle note di butterscotch, mais caramellato e persino di marmellata di agrumi.