Addio a uno dei re del Brunello: si è spento Gianfranco Soldera

Tra i produttori più noti e apprezzati di Brunello, conosciuto in tutto il mondo per la produzione di Case Basse, uno dei vini italiani più contemplati del pianeta.

0
415
La Notizia

E’ morto Gianfranco Soldera

Lutto nel mondo del vino. Proprio mentre va in scena Benvenuto Brunello 2019, si è spento improvvisamente Gianfranco Soldera, leggendario e burbero vignaiolo di Case Basse, vittima di un incidente occorso mentre si recava nelle sue amate vigne.

Milanese, classe 1937, per quei filari aveva abbandonato una redditizia carriera di broker finanziario e assicurativo, acquistando nel 1970 il nucleo della sua tenuta, attualmente estesa su una superficie di 23 ettari.

Da lì il primo vino da uve sangiovese datato 1975 e il primo Brunello, vendemmia 1977, interpretato con l’intransigenza di un vinnaturista ante litteram. Un must per gli appassionati, fino al 2006, anno in cui Soldera è uscito dalla denominazione per continuare la sua produzione libera sotto l’Igt Toscana.

Fino a questo maledetto 16 febbraio, quando un malore lo ha fatto uscire fuori strada: quando sono arrivati i soccorsi, non c’è stato più niente da fare.

Andrea Grignaffini lo ricorda così:”L’uomo incontra un territorio e si fa artefice dello stesso. Esposizione… luce… maturazioni lunghe e savoir faire d’artista per vini che nel tempo evolvono a capilavori assoluti”.