I migliori vini d’Italia secondo Luca Gardini. Trentottesimo numero

Un appuntamento settimanale per scoprire le eccellenze vinicole italiane: Luca Gardini seleziona per noi le bottiglie più interessanti fra rossi, bianchi e rosé, con un focus sui vini naturali. Ecco la trentottesima tappa del suo itinerario enoico.

0
74
I 10 vini della settimana di Luca Gardini

ROSSO

Villa da Filicaja

Barolo DOCG Collezione del Conte 2017

Un Barolo (dalla zona di Barolo) ormai caratterizzato dall’affidabilità della produzione media, in questa annata contraddistinta, ancora più del solito, dalla marcata tempra varietale. Olfazione che si apre sulle note del melograno, accompagnate da richiami di rabarbaro e una lieve nota di fungo secco. Rivela al palato volume e densità, con tannini croccanti e finale balsamico e persistente.

Bonconsey

Trentino Pinot Nero DOC 2020

Un Pinot Nero Trentino che conferma la spiccata vocazione sugli ‘internazionali’ delle colline intorno a Trento. Al naso offre sentori di lampone e fragolina di bosco, con tocchi floreali di peonia. Al palato è intenso e piacevole, con tannini freschi. Il finale è caratterizzato da una piacevole nota agrumata e da un’ottima bevibilità.

Le Palaie

Chianti Classico DOCG 2019

Montefioralle, cuore di Greve in Chianti, un’azienda, Le Palaie, che si deve agli sforzi di Marco Bussotti, che inizia nel 1993 un’attività oggi condotta dal figlio David e dal nipote Andrea. Un vino, questo, che si apre al naso con profumi fruttati che richiamano il ribes nero e tocchi di sottobosco. Note di fiori rossi, finale mentolato condito da una leggera nota polveroso-iodata. In bocca è compatto con tannini ben amalgamati nella componente fresco-salina. Chiusura di frutti rossi, di ottima profondità e ottima beva.

BIANCO

San Michele Appiano

Alto Adige DOC Sauvignon Sanct Valentin 2021

La grande sapienza di casa San Michele Appiano in una bottiglia che esalta le capacità espressive di un vitigno internazionale dalle incredibili sfumature. Naso che si apre sulle note floreali del gelsomino bianco, poi pesca Abate e tocchi di frutta secca tostata, con sentori mentolati. Bocca croccante-salmastra, grande persistenza con chiusura fruttata-mentolata.

Tenuta Garretto

Colli Tortonesi DOC Timorasso Derthona 2021

Il succoso progetto più recente di una tenuta originaria degli inizi del ‘900, poi acquisita da Famiglia Gagliardo, una carriera nella produzione dei varietali più famosi delle Langhe. Nei colli tortonesi ora si realizza questo eccellente Timorasso della zona di Derthona, giocata sulla tensione e sull’aromaticità. Al naso offre sentori di salvia limonata con tocchi balsamici. Al gusto è ricco, denso, con un equilibrio impeccabile tra freschezza e salinità. Ritorni di agrumi e frutti a polpa gialla sul finale. Di grande profondità e di ottima bevibilità.

ROSATO

Cantina Delaiti          

Vigneti delle Dolomiti IGT Pinot Grigio Borgognoni 2021

Un vero e proprio ‘capolavoro in rosa’ dalle sorprendenti mani di Igor Delaiti, nella sua prima vita fagottista e maestro di musica di fama internazionale, poi rimagnetizzato, come tanti altri prima di lui, dalla ‘febbre del vino’. Un’etichetta-bandiera della vocazione dei Ruländer di Aldeno. Materia prima di grande croccantezza, bergamotto e lampone al naso, con tocchi di timo e lieve affumicatura, bocca salata, con ritorno officinale e fruttato, finale lievemente ammandorlato.

BOLLICINE

Cantine Ceci

Emilia IGT Lambrusco Spumante Bruno 2021

 

Un prodotto dedicato al capostipite Bruno, in occasione dell’ottantesimo compleanno della cantina. Un metodo Martinotti sapiente, che genera un vino conviviale ed irresistibile, con sentore di lamponi e rosa canina, e sapore secco, vivace, punteggiato ed accompagnato da una bella fragranza e retrogusto di foglia di pepe, molto rinfrancante e di chiara propensione ‘beverina’.

Quintopasso

Vino Spumante Metodo Classico Cuvée Paradiso

Il progetto di famiglia Chiarli costruito intorno al Sorbara, proposto, come in questo caso, in connubio con lo Chardonnay, architrave di una chiara ambizione di completa esplorazione della tipologia. Naso con note di susina gialla, poi timo citrino e tocchi di gardenia bianca. Alla beva è salmastro-croccante, con ritorno officinale-fruttato e bella persistenza.

DOLCE

Fattoria Paradiso

Forlì Bianco IGT Vendemmia Tardiva I Mezzi 2020

Un punto fermo della produzione romagnola, nella fattispecie di Bertinoro, Fattoria Paradiso, attiva fin dalla metà degli anni ’50, in una delle sue prove più fascinose, un’Albana in purezza da uva parzialmente attaccata dalla ‘muffa nobile’, vino di grande raffinatezza. Nettarina, timo fresco, poi zafferano e zest di clementina. Bocca salmastro-iodata, grande succosità e tensione, con ritorno fruttato-officinale.

NATURALE

Paolo Bea

Umbria IGT Trebbiano Spoletino Arboreus 2016

 

Il progetto di Paolo, poi portato avanti con competenza dal figlio Giampiero, in zona Montefalco. La religiosità del fare vino come filosofia suprema, a cui ogni gesto, in cui vige una raffinata sottrazione, è al servizio. Questo, un lampante esempio dell’illuminata ricerca, uno straordinario Trebbiano Spoletino affinato 200 giorni sulle proprie fecce. Albicocca disidratata e rosmarino al naso, poi tocchi di frutta secca tostata, salmastro-croccante alla bocca, persistenza e ritorno officinale.