Venturini Baldini, l’azienda che riscopre i vitigni emiliani autoctoni

T.E.R.S. il Malbo Gentile di Venturini Baldini è un rosso delle Terre di Canossa ottenuto da vitigni storici e autoctoni emiliani. Lo producono Julia Prestia e il marito Giuseppe, a capo di una delle prime aziende ad aver esibito la certificazione biologica in Italia.

0
47
T.E.R.S. il Malbo Gentile di Venturini Baldini

L’azienda

È sorprendente come il paesaggio possa cambiare in modo quasi repentino, qui nelle Terre di Canossa, dalla pianura emiliana inerpicandosi sulle verdi colline matildiche che ospitano le proprietà di Venturini Baldini. Nel cuore della verdissima tenuta del Parco di Roncolo, con i suoi trentacinque chilometri tra sentieri e piste ciclabili, si trova un bellissimo wine relais, Roncolo 1888, che si sviluppa attorno alla residenza che fu di nobili famiglie: tra queste i Marchesi Manodori, da cui prende il nome la villa principale con i suoi giardini cinquecenteschi.

Una dozzina di camere e suites con tutti i confort e un ristorante di ottimo livello come ‘La Limonaia’ con lo chef Mario Comitale in cucina sono la notevole premessa. E poi tutti i prodotti di questa azienda moderna ma con solide basi che nasce – come accade nei casi più emblematici – da una storia d’amore tra persone e dall’amore per una terra, perché qui si possono trovare certo vini eccellenti ma anche grandi aceti balsamici e tanto altro. Julia Prestia è austriaca: ex consulente di McKinsey a Londra per vent’anni, cambia vita per rilevare nel 2015 questa azienda con il marito Giuseppe (siciliano e produttore di vino anche nella sua isola).

Insieme decidono di rilanciare lo storico marchio della famiglia Venturini Baldini che qui inizia a produrre vino nel 1976. I 32 ettari vitati sono interamente coltivati in regime biologico fin dagli anni ‘80. Il lavoro su Venturini Baldini è stato portato avanti dai Prestia con quello che loro stessi definiscono un approccio olistico, in cui ciascun dettaglio ha un valore fondamentale per tutto l’insieme. Racconta Julia: “Il nostro obiettivo è quello di valorizzare questo territorio a 360 gradi.

In questi sette anni abbiamo fatto un grande lavoro di promozione del Lambrusco, lanciato il marchio Acetaia di Canossa per valorizzare la produzione del nostro Aceto Balsamico Tradizionale di Reggio Emilia DOP, e presentato l’olio extra-vergine di Oliva da ulivi centenari all’interno della nostra proprietà. Ultimo, ma non per importanza, abbiamo aperto il Wine&Balsamic Relais. Un lavoro di oltre cinque anni concluso con il restauro di Villa Manodori.”

E continua: “Essere biologici per noi non è solo una forma di rispetto per territorio e ambiente, ma è fondamentale per affrontare il climate change.  La sfida per la sostenibilità oggi riguarda tutte le aree della nostra tenuta, con un percorso che nel giro di 3 anni ci porterà alla zero carbon emission grazie al fotovoltaico, alla biomassa e un processo di circular economy.  Quest’anno è stato inoltre ulteriormente implementato l’utilizzo di pannelli solari.”

In vigna tutte le operazioni sono manuali e la produzione viene limitata a non oltre i 100 quintali per ettaro. Bella l’idea legata alla riscoperta e alla valorizzazione di vitigni storici e autoctoni emiliani: Malbo Gentile, Spergola, Montericco: tutto questo utilizzando metodi di vinificazione innovativi.

I vini

Della linea T.E.R.S. (le iniziali dei quattro figli della coppia) e dedicata appunto a questi vitigni storici, tre sono le etichette prodotte: L’Ancestrale, rifermentato in bottiglia e a differenza di altri omologhi sboccato come per un metodo classico, a base di Lambrusco Montericco. Ancora lo Spergola – Colli di Scandiano e di Canossa Spergola DOP, vinificato fermo in tini di rovere a contatto con le bucce. Per ultimo il primo nato, il Malbo Gentile DOP dei Colli di Scandiano e di Canossa, che ci è piaciuto particolarmente.

Prodotto in purezza da uve raccolte a 240 metri di altezza da un terreno argilloso e tendenzialmente calcareo, a una prima macerazione di 30 giorni fanno seguito 18 mesi di affinamento in tonneaux di rovere. Il profumo è di frutti rossi, con delicate note speziate. In bocca è fresco e scorrevole e rivela subito una bella morbidezza con un finale di notevole persistenza e un’acidità vibrante che invoglia al sorso successivo. Di un’Emilia enologica da riscoprire.

Indirizzo

Venturini Baldini

Via Filippo Turati, 42, 42020 Roncolo RE

Telefono: 0522 249011

Sito web