Grand Hotel Parker’s: l’hotel-gioiello di Napoli con cucina stellata e mixology 2.0

Ha da poco compiuto 150 anni, ma non li dimostra: il Grand Hotel Parker’s si rinnova con proposte contemporanee, pop up a tema mixology ed eventi glamour che animeranno l’estate 2022. Con un punto fermo: la cucina stellata di Domenico Candela al ristorante George.

0
62
Grand Hotel Parker's: le novità dell'estate 2022

L’hotel e il ristorante George

Il Grand Hotel Parker’s è senza ombra di dubbio il gioiello dell’ospitalità partenopea. Per tante ragioni.

 

Dalla tradizione ultracentenaria che affonda le sue radici nella seconda metà del 1800,  e abbraccia l’intera storia del Regno d’Italia prima e della Repubblica in seguito, passando per la gestione oculata della famiglia Avallone, (già proprietaria della tenuta vinicola Villa Matilde) che  partire dal Dopoguerra e con i progressivi restyling che negli anni, anche recenti, hanno coinvolto stanze e spazi comuni del 5 stelle lusso, oltre al ristorante principale, il George, ha saputo mantenere intatto lo stile di una antica dimora portandola a diventare icona di raffinatezza sino ai giorni nostri, vestendola di contenuti e servizi di altissimo livello.

Proprio il ristorante è uno dei fiori all’occhiello della struttura, con l’ampia vetrata che abbraccia le bellezze del golfo di Napoli, e con la cucina a vista e la mano sapiente di Domenico Candela, che da quattro anni delizia gli ospiti con un mix di classicità francese, frutto delle sue esperienze perlopiù d’oltralpe, unite a un buon senso territoriale dove i friarielli del Vesuvio, l’animella di vitello del Sannio, i pomodori e i carciofi campani o le alici di Cetara fungono da contrappunto stilistico riuscito e a volte perfino irriverente nei confronti del rigore interpretativo francese.

Pomod’oro-crediti Luciano Furia

Insieme a tocchi d’autore davvero sorprendenti che portano l’esperienza a tavola verso un approccio spesso globale e dove si incrociano il succo fermentato di fichi d’india siciliani, la salsa al curry di Madras, la salsa al latte di cocco o il kefir di latte vaccino, tra gli altri. Non c’è da stupirsi che Candela ami definire la sua cucina, con un approccio un po’ marzullesco, un viaggio nella memoria e la memoria del viaggio.

QUINTESSENZA-Calamaro del nostro mare crudo fritto essiccato fermentato e alla brace
Mare Nostrum-“Mezzo Paccherò” cotto in estrazione di triglia di scoglio, gel acidulo al tamarindo ed alga nori
PECCATO DI GOLA-Soufflé al cardamomo verde esorbetto al mirtillo selvatico

Ma il Parker’s è esperienza a tutto tondo, fuori dai clamori di Spaccanapoli e in un ambiente ovattato che sin dalla reception conduce verso un’eleganza e un senso di ospitalità d’altri tempi, capace di concedersi, all’occorrenza, anche degli scatti in avanti con eventi glam e serate speciali che sembrano essere una delle caratteristiche di questa stagione estiva ormai alle porte.

OMAGGIO A SOLIVERES Turbante di Spaghetti di Gragnano con astice blu bretone finocchio e caviale oscietra
FLAVOURS OF FREEDOM- noodles di grano arso granciporro acidità di finger lime e salsa al latte di cocco e curry verde thai

Le novità 2022 del Grand Hotel Parker’s

Le celebrazioni per i 150 anni di vita dell’hotel, festeggiati un po’ in sordina nel 2020 a causa della pandemia, si può ben dire che stanno avendo una coda piuttosto lunga e interessante di novità a dir poco stimolanti, grazie alle quali il Parker’s sta reinventando in parte il suo volto austero e decisamente classico (ed è quello che accoglie sempre l’ospite sin dal suo ingresso nella hall), per abbracciare proposte naturalmente più contemporanee, con un focus molto forte sulla mixology e puntando anche sul fascino dell’agente segreto più famoso del mondo, ovviamente al servizio di Sua Maestà.

Da un lato, e nel mese di aprile, c’è stata l’inaugurazione al sesto piano del nuovo Bidder Bar (dedicato al fondatore dell’albergo, George Bidder Parker, di origini anglosassoni), che acquisisce oggi una veste più sofisticata affidandosi al mito di James Bond e a quello dei suoi cocktail. Non solo Martini “agitati non mescolati”, che pure non mancano sia ben chiaro, ma anche una carta di classici senza tempo, nell’interpretazione del nuovo barman Antonio Boccia che sostituisce lo storico Franco Russo.

Antonio Boccia per Bond Point

Il Bidder Bar però avrà tra le molte carte da giocare perfino una serata speciale, quella del lunedì, che, una volta al mese, fino a ottobre, sarà dedicata al vivere notturno tra spiriti di qualità e savoir faire. Gli appuntamenti del lunedì saranno dedicati ognuno ad un paese diverso, e il 13 giugno si inizia con il Messico e una trasferta transoceanica insieme a un gruppo musicale di mariachi e la masterclass di Fernando Cano Treviño, rappresentante del Consiglio Regolatore della Tequila e rinomato sommelier. A seguire, durante la serata, ci sarà anche un aperitivo in Terrazza Efebo e la cena nel ristorante Le Muse, con i piatti messicani curati dallo chef Rodrigo Zepeda.

Ma il mese di giugno del Parker’s non si esaurisce qui e sarà animato dall’inaugurazione del Pop Up in collaborazione con lo speakeasy napoletano L’Antiquario (oggi al numero 82 del World’s 50 Best), sempre nella terrazza Efebo, e dagli appuntamenti dei Monday Night scanditi dalle note della resident band Parkersband, composta da 3 elementi del Gruppo Arechi.

Di altro tenore, poi, l’originale serata di venerdì 24 giugno, con ospite lo scrittore e giornalista abruzzese, ma napoletano d’adozione, Michelangelo Iossa, e il suo libro Operazione Suono 007, con un excursus musical letterario, e non solo, legato a James Bond, e affiancato per l’occasione dalle prestigiose bollicine francesi di Bollinger.

Indirizzo

Grand Hotel Parker’s

Corso Vittorio Emanuele, 135 – Napoli

Tel. +39.0817612474

Sito web