200 anni e non sentirli: una fra le 10 migliori enoteche del mondo si trova a Roma. Trimani premiata da Wine Enthusiast

“Wine Enthusiast” celebra il più antico negozio di vini di Roma, aperto e gestito per duecento anni dalla stessa famiglia. Con 6.000 referenze è stato anche il primo Wine Bar d’Italia.

0
88
La classifica

La più antica enoteca di Roma, Trimani, ha aperto nel 1821 e si è trasferita nell’attuale di via Goito nel 1876. Ancora di proprietà della famiglia Trimani, che produce anche vino nella sua tenuta laziale, presenta circa 6.000 etichette da tutto il mondo. È anche la sede del primo wine bar d’Italia, aperto nel 1991”.

Con queste parole la rivista internazionale Wine Enthusiast ha inserito Trimani tra le 10 enoteche più iconiche al mondo, capaci di influenzare nel tempo i gusti dei consumatori e oggi tappa obbligata per gli appassionati di vino. Accanto a Berlino, New York, Londra, Amsterdam e Barcellona c’è dunque anche la capitale d’Italia con una delle enoteche più antiche tra quelle presentate dal giornalista Siobhan Wallace nel relativo articolo.

La cosa non deve sorprendere, perché in fondo l’Italia per tradizione è uno dei paesi dove è nata e cresciuta la cultura enoica. Senza dubbio un riconoscimento importante per una famiglia che dagli inizi dell’Ottocento, e quindi da duecento anni, si occupa di vino a Roma. Come ha ben detto Wallace, Trimani ha anche inaugurato in Italia la moda dei wine bar, contribuendo a creare una nuova categoria di locali, oggi ben riconoscibile e con un posizionamento di nicchia “forte” per il consumatore.

La storia di Trimani ha inizio con Francesco, che nel 1821 vendeva vino in un negozio di via Panico, all’angolo con piazza dei Coronari a Roma. In seguito, i discendenti Pietro e Marco Trimani, dopo essersi trasferiti in Via di Porta Salaria (oggi Via Piave), decisero nel 1876 di stabilirsi in Via Goito. Trimani è per questo il più antico negozio di vini di Roma e da allora l’attività è proseguita ininterrottamente, sempre in mano alla famiglia, adeguando il punto vendita alle richieste del mercato.

Trimani è dunque passata da osteria con cucina fino all’attuale elegante enoteca che conta circa 6.000 referenze tra vini italiani e quelli provenienti da tutto il mondo, con un’offerta di spumanti, Franciacorta, Champagne, liquori e distillati, birre e soft drinks; a cui si aggiungono alcune raffinatezze alimentari. Tra il 1990 e il 1992 è stata operata una ristrutturazione importante dei locali che ha portato il locale ad ingrandirsi, pur conservando un buon equilibrio tra la funzionalità contemporanea degli arredi e la necessità di conservare parte delle storiche boiserie.

Oltre ai locali destinati alla vendita, l’azienda ha nello stabile delle cantine adatte alla conservazione e all’affinamento dei vini di propria produzione. Attualmente Trimani è uno dei più importanti punti vendita specializzati in vino d’Italia.

Le 10 enoteche più iconiche del mondo secondo Wine Enthusiast

  • Acker Wines, New York City
  • Berry Brothers & Rudd, Londra
  • Cave Rokin, Amsterdam
  • Caves Augé, Parigi
  • La Contra, Città del Messico
  • Lavinia, Madrid
  • Prince Wine Store, Melbourne
  • Trimani, Roma
  • Villa Viniteca, Barcellona
  • Viniculture, Berlino

Fonte: Wine Enthusiast

Foto: Crediti Enoteca Trimani