Il cocktail a base di whisky più bevuto al mondo: come preparare il Manhattan secondo uno dei migliori barman italiani

Che l’abbia creato la madre di Winston Churchill o un bartender di Brodway, poco importa: il Manhattan è un classico intramontabile della mixology. Qui due ricette per prepararlo in versione tradizionale o rivisitata!

0
133
Manhattan Cocktail

La storia

Come molti drink, la preparazione del Manhattan è avvolta nel mistero. Molte ricette sono state scritte nel corso dei decenni ma ancora oggi il mistero della sua vera nascita rimane irrisolto. Tra le leggende più famose, una lo vede legato alla figura del politico Winston Churchill e a sua madre: pare che un barman di nome Iain Marshall lo abbia presentato a un banchetto organizzato da Lady Randolph Churchill, madre di Winston, nel 1874 al Manhattan club di New York. Altre teorie lo vedono invece creato nel 1860 da un bartender chiamato Black in un locale di Broadway, mentre altre leggende lo vedono servito nell’area intorno Manhattan, da cui nel tempo avrebbe preso il nome”.

La ricetta

In questa puntata ad occuparsi di un altro tassello di storia miscelata è Ivan Francesco Filippelli, Bar Manager di The Spirit, cocktail bar nel cuore di Milano, al 15 di Via Piacenza in zona Porta Romana.

Qui Ivan, con alle spalle esperienze londinesi al 69 Colebroke Row di Tony Conigliaro e in uno degli alberghi storici della città, l’Hotel Cafè Royal, secondo hotel ad avere cocktail book dopo il Savoy, offre la sua cultura miscelata insieme alla sua giovane squadra.

Crediti Cristian Castelnuovo

La ricetta classica del cocktail Manhattan

50 ml di Rye Whisky
25 ml di Vermouth rosso
3 dash di orange bitter
1 dash di assenzio
2.5 ml di zucchero

Si tratta di una delle ricette più antiche del Manhattan, riportata anche in Imbibe di David Wondrich: inizialmente il drink veniva infatti preparato con orange bitter e assenzio, senza l’angostura. Il drink si prepara mescolando gli ingredienti all’interno del mixing glass precedentemente raffreddato con il ghiaccio. Si serve quindi in una coppetta, filtrando con lo strainer”.

Manhattan cocktail: la variante di Ivan Filippelli al The Spirit

20 ml di Mezcal
20 ml di Tequila
30 ml di Vermouth rosso
3 dash di angostura
1 dash di assenzio
2.5 ml di zucchero

Nella variante del The Spirit, Ivan ha scelto di utilizzare distillati di agave: la tequila aggiunge una nota terrosa, mentre il mezcal aggiunge un sentore affumicato. Una versione di Manhattan a base agave per gli amanti del genere.

Crediti Cristian Castelnuovo

Potrete ora preparare il vostro Manhattan a casa, ma se vorrete gustare l’alta versione firmata dal suo interprete non dovrete far altro che vedere se la vecchia lampada da mercantile all’esterno è accesa: in questo caso vuol dire che la “locanda” è aperta e potrete accomodarvi al lungo bancone di legno del The Spirit. Tutto il resto è solo esperienza.

Crediti Cristian Castelnuovo

Indirizzo

The Spirit

Via Piacenza, 15, 20135 Milano MI

Tel: 0284570612

Sito Web