Cristoforo Trapani e Francesco Mascheroni insieme: all’Hotel Byron il Nord incontra il Sud in una cena-rivelazione

Il Nord incontra il Sud Italia al Centro: i migliori assaggi della cena al Byron di Forte dei Marmi con il lombardo Francesco Mascheroni, chef dell’Armani Hotel di Milano, e il campano Cristoforo Trapani, resident del Ristorante La Magnolia.

0
51
La Notizia

Se si pensa all’hotel di lusso più famoso, importante e storico di Forte dei Marmi, viene subito in mente l’Hotel Byron, gemma incastonata in una cornice unica naturale, che il tempo non ha cambiato e che racconta di atmosfere raccolte ed esclusive.

Un 5 stelle situato nel cuore della Versilia, che ha mantenuto la classe e l’eleganza di un tempo unita al comfort e modernità dei nostri giorni. È diventato, negli anni, luogo di ritiro intimo e raffinato, catturando anche l’attenzione della haute societé come i Savoia e altri personaggi di rilievo.

Oggi all’interno del Byron è presente il ristorante La Magnolia, una stella Michelin, che si caratterizza per lo stile ricercato e “di cuore”. Qui si è recentemente svolta una cena a quattro mani che ha coinvolto il lombardo Francesco Mascheroni, chef dell’Armani Hotel di Milano, e il campano Cristoforo Trapani, executive chef del fine dining legato alla struttura alberghiera.

La serata inizia con benvenuto di Salvatore Madonna, Amministratore delegato del Gruppo Soft Living Places della Famiglia Madonna, di cui fa parte l’hotel. L’azienda di famiglia, da sempre attiva nel mondo dell’imprenditoria ferroviaria e sanitaria (sua anche la Casa di Cura di San Rossore), ha rodato Salvatore a diventare uno degli imprenditori più brillanti del settore dell’hotellerie. E lui, unico nel suo genere, riesce a trasmettere fin da subito un senso di familiarità, facendo sentire gli ospiti accolti e ben coccolati.

Dopo un benvenuto di bollicine accompagnato da sushi di salmone e crocchette fritte, si cena a un tavolo che guarda da un lato la piscina e dall’altro il prato tagliato all’inglese. Il clima armonico e accogliente distende i nervi e prepara ad una perfetta esperienza gastronomica.

Ma andiamo a conoscere meglio i protagonisti della serata. Francesco, marinaio di leva, ha iniziato la sua carriera preparando pasti per la ciurma, per poi affinare la tecnica in una folta schiera di ristoranti prestigiosi e ottenere l’ambìto ruolo di executive chef all’Armani Hotel.

Cristoforo, d’altra parte, arriva da Piano di Sorrento (Na). È un giovane talentuoso, che nel 2015 a La Magnolia ha portato importanti esperienze maturate nelle cucine di alcuni tra i migliori maestri, come Heinz Beck, Antonino Cannavacciuolo, Moreno Cedroni, Davide Scabin, Mauro Colagreco e Yannick Alleno, passando per il deserto algerino, dove ha cucinato per la mensa di uno stabilimento di estrazione petrolifera. Il motivo? Racimolare i soldi per frequentare l’Alma, ma la chiamata di Heinz Beck ha cambiato i suoi piani.

La sinfonia della cena inizia con un lento palleggio tra due chef. Si parte con i Macarons al Campari e la Cialda di alga wakame con maionese d’ostrica – che sanno di mare e Giappone – di Mascheroni, accompagnati da una classica – ma mai demodè – pizza fritta– che sa di Campania – e Chips di polenta con patè di fegatini e ciliegie di Trapani, che preparano il palato al livello successivo.

Macarons al Campari, cialda di alga wakame con maionese d’ostrica, pizza fritta

L’antipasto di Armani segue in eleganza e purezza con una scintilla in più grazie al re dei crostacei: Gambero di Mazara, carota, frutto della passione e burro tiepido, un piatto capace di fare i fuochi d’artificio in bocca. Il Magnolia continua con uno Spaghettino affumicato, cannolicchi, ostriche e limone di Sorrento, dove le origini di Cristoforo di fanno evidenti, ma ancora di più il rapporto con la sua terra e i suoi prodotti.

Spaghettino affumicato, cannolicchi, ostriche e limone di Sorrento

La mano di Trapani, infatti, “pesca” dal mare e raccoglie dal ricco entroterra, senza mai dimenticare i suoi amatissimi prodotti del sud. Complice in questo la mamma Felicia e le materie prime che spedisce una volta alla settimana direttamente dal suo negozio di frutta e verdura.

Carbonaro, miso, tofu, limone di Amalfi, cipolla agrodolce e verdure croccanti

Si prosegue con un soffice Carbonaro, miso, tofu, limone di Amalfi, cipolla agrodolce e verdure croccanti di Mascheroni per preparare mente e corpo al tripudio di dolci, che uniscono perfettamente gli stili e le tradizioni dei due chef: dal Lollipop di Cioccolato e yuzu, al Mirtillo, vaniglia e cardamomo, concludendo con le specialità campane quali le Mini sfogliatelle e bomboloni.

Insomma, la partita non ha avuto vincitori né vinti, solo una bellissima scoperta: quella di un gioco alla pari e di una perfetta sintonia tra i due chef.

Foto Francesco Mascheroni: Crediti Hotel Armani Milano

Foto Cristoforo Trapani: Crediti Hotel Byron

Indirizzo

Hotel Byron

Viale Repubblica 59- 55042 Forte dei Marmi, Toscana (LU)
Telefono +39 0584 787052
Sito Web

Armani Hotel Milano

Via Manzoni 31, 20121, Milano
Tel: +39 02 8883 8888
Sito Web