Controllate le vostre cantine: da oggi le bottiglie di Emidio Pepe potrebbero valere una fortuna

È la consacrazione del Montepulciano d’Abruzzo di Emidio Pepe, un vino che fino a qualche anno fa sembrava lontano dal gotha. All’asta annate non più in commercio, anche in grandi formati, praticamente introvabili al di fuori della cantina di Torano Nuovo.

0
376
La Notizia

È la più importante casa d’aste del mondo del vino, con specialisti a New York e a Londra, in California e in Francia, fino in Giappone e in Cina. La notizia è che a essere battute da Zachys, dopo le bottiglie dell’Enoteca Pinchiorri (alla quale nello scorso mese di settembre gli 864 lotti hanno fruttato 3,3 milioni di euro), saranno vecchie annate del Montepulciano d’Abruzzo di Emidio Pepe. La consacrazione, per un vino che fino a qualche anno fa sembrava lontano dal gotha.

A far conoscere l’Abruzzo ai connaisseur, invero, era già stato il leggendario Trebbiano di Valentini, capace di riscattare una tipologia sino a quel momento umiliata da produzioni massicce e senza troppe pretese, della quale non si conosceva il potenziale di invecchiamento. Come poi è riuscito a fare Emidio Pepe, irriducibile fautore del vino naturale, artigianale e di nicchia, senza macchine e senza legno, eletto a sorpresa dal mercato e da Zachys vino premium. Il 14 novembre sono state battute all’asta annate non più in commercio, anche in grandi formati, praticamente introvabili al di fuori della cantina di Torano Nuovo.

Per esempio il millesimo 1985 in Réhoboam (4,5 litri), eccezionalmente confezionato da Pepe per un cliente speciale negli anni ’90 e mai più messo in commercio; piccoli quantitativi delle annate 1979, 1993, 1998, 2002 e 2004; nonché il 2015 Selezione Vecchie Vigne, proveniente da tre cru, e l’abbinamento a esperienze in cantina, come un week end con la food writer Mimi Thorisson, protagonista di un laboratorio di cucina e degustazione. Per Emidio Pepe è come vincere la scommessa della vita: quella sul potenziale di invecchiamento di un vino, prodotto da 56 anni con gli stessi metodi naturali e artigianali del 1964, che oggi lo traghettano nel tempo.

Zachys in realtà aveva già aperto le sue porte al patriarca abruzzese nel dicembre 2017, con un’asta live a New York, Londra e Los Angeles, in streaming mondiale. Questa volta, a causa delle restrizioni in corso, si tratterà di un evento esclusivamente in streaming, che inizierà alle ore 11 e potrà essere seguito sul sito auction.zachys.com