I migliori vini d’Italia secondo Luca Gardini. Venticinquesimo numero

Un appuntamento settimanale per scoprire le eccellenze vinicole italiane: Luca Gardini seleziona per noi le bottiglie più interessanti fra rossi, bianchi e rosé, con un focus sui vini naturali. Ecco la venticinquesima tappa del suo itinerario enoico.

0
171
I 10 vini della settimana di Luca Gardini

I migliori vini d’Italia scelti da Luca Gardini- Venticinquesimo Numero

ROSSI

Vallepicciola

Toscana IGT Pinot Nero Pievasciata 2021

Il bel progetto di Bruno Bolfo, in zona Castelnuovo Berardenga, una cantina che si sta dimostrando una delle nuove forze nella zona del Chianti Classico. Ma non solo Chianti, come dimostra questo magnetico Pinot Nero in purezza, sempre dalla zona di Castelnuovo Berardenga, dalla tempra inconfondibile, naso di melagrana, con tocchi di liquirizia ed eucalipto. Bocca di tensione e densità, con ritorno di melagrana e delle sensazioni balsamiche.

Parusso

Barolo DOCG Mariondino 2018

La cantina guidata da Marco è ancora una dei punti fermi delle Langhe, anche (non solo) per associare interpretazioni ortodosse ad una costante volontà di sperimentare, sempre alla ricerca di letture di Nebbiolo le più autentiche possibile. Questa, una delle tantissime etichette riuscite di casa. Comune di Castiglione Falletto, naso con note di ciliegia rossa, poi gardenia, ginseng, zest di sanguinella, palato con tannini salmastro-sapidi, di bellissima tessitura e precisione.

LA VALENTINA

MONTEPULCIANO D’ABRUZZO DOC RISERVA BELLOVEDERE 2019

La cantina di Spoltore, provincia di Pescara, è, senza ombra di dubbio, uno dei progetti (sostenibili) più interessanti del panorama vitivinicolo abruzzese, anche per la nitidezza di visione che, fin dalla metà degli anni ’90, contraddistingue la guida di Sabatino, Roberto e Andrea. Vini autentici, che nascono dalla costanza del lavoro quotidiano tra vigna e cantina, come evidente in questo sublime Montepulciano Riserva, spettro olfattivo di cassis e balsamico, con chiusura su leggere note di liquirizia, bocca croccante e profonda, con tannini salati e finale su note di eucalipto.

BIANCHI

Marchesi Antinori- Castello della Sala

Umbria IGT Cervaro della Sala 2020

Un vino che da anni sedimenta la mitologia di Antinori anche in ambito di vini bianchi. Siamo in Umbria, nelle vicinanze di Orvieto, all’antico Castello della Sala, le cui origini risalgono al 1300. Uno dei primi vini italiani (prima annata 1985) a svolgere fermentazione e affinamento in barrique, nella storica cantina della fortezza, a temperatura e umidità naturalmente costanti. Un blend di Chardonnay e Grechetto dal magico equilibrio, naso con note di bergamotto, poi pesca Tabacchiera e salvia limonata, chiusa da sentori di noce moscata. Palato denso e teso, salmastro, chiuso da ritorno fruttato-officinale e grande persistenza.

Pala

Isola dei Nuraghi IGT Entemari 2020

 

Una delle punte di diamante della cantina di Serdiana, ormai arrivata alla quarta generazione di viticultori dedicati a contribuire in maniera decisiva a costruire la storia e il prestigio della viticoltura sarda. Un blend di Chardonnay, Malvasia Sarda e Vermentino di grande stoffa, naso di susina gialla, con sferzate di rosmarino e gelsomino, beva salata, croccante, intensa, con ritorno fruttato-officinale e lunga persistenza.

BOLLE

San Salvatore

Spumante Brut Rosé Gioì Extreme

Dalla volontà di sperimentare il Metodo Classico sul vitigno campano per eccellenza nasce questo Aglianico in purezza firmato da un’azienda-emblema della vocazione vitivinicola del territorio della provincia di Salerno. Al naso tensione con sferzate di mela Annurca e nespola, con chiusura balsamica. In bocca un mix di densità e profondità sorrette da tensione e chiusura agrumata-salina. Di grande bevibilità e fantastica freschezza.

Colesel

Valdobbiadene DOCG Prosecco Superiore Extra Brut Tridik Quota 430

Colesel è ormai un marchio di grande affidabilità per la produzione di quello che ormai è una delle stelle inamovibili del firmamento vitivinicolo italiano. Questa, una delle etichette di riferimento nel catalogo della cantina di Valdobbiadene, un Prosecco di grande peculiarità, dalla ‘magica’ zona di Santo Stefano, naso di mela verde e pera Abate, con tocchi agrumati e di timo fresco. Bocca tesa, salmastro-sapida, bella croccantezza e di beva e ritorno fruttato-officinale.

ROSATO

Donnafugata

Etna DOC Rosato Sul Vulcano 2021

 

Un rosato di intensità ed equilibrio, questo di Donnafugata, la storica cantina di famiglia Rallo, 170 anni di esperienza e quattro generazioni nel mondo del vino. Nerello Mascalese in purezza del versante Nord dell’Etna, naso con note di bergamotto e papaya, sferzate di timo citrino e gelsomino. Bocca salmastro-sapida, con ritorno agrumato-fruttato e chiusura sulle note floreali.

DOLCE

Cantina Tramin

Alto Adige DOC Gewürztraminer Vendemmia Tardiva Terminum 2020

Il passito di una cantina capace di esplorare tutte le sfumature espressive di un vitigno che non smette mai di stupire. Siamo nel vigneto Sella a Termeno, una collocazione perfetta per ottenere il rarissimo appassimento naturale grazie alla benedizione della muffa nobile. Un vino raffinato, naso sfaccettato, zafferano, nettarina, tocchi di biancospino e pepe bianco. Beva succosa e salmastra, con tocchi di zenzero e finale fruttato-floreale.

NATURALE

LA STOPPA

Vino Bianco AGENO 2019

Una delle pioniere del biologico, Elena Pantaleoni, e la sua cantina, che fin dalla metà degli anni ’90 difende la vocazione vitivinicola in questo fazzoletto di terra le cui virtù erano note fin dal tempo dei romani. In questo storico blend di Malvasia di Candia aromatica, Ortrugo e Trebbiano, in evidenza tutte le potenzialità dei vitigni della zona di Rivergaro. Albicocca, frutta secca tostata e sambuco al naso, sapido e con un bellissimo finale di ginger alla bocca.