E’ in Sardegna il resort più sicuro del mondo: il Forte Village è completamente Covid Free con un sistema unico

Leisure as usual: è il mantra del Forte Village, struttura di eccellenza che ha azzerato l’effetto covid attraverso un protocollo di triage unico al mondo, condiviso solo con il grande calcio.

0
125
La Notizia

C’è un posto, al mondo, dove la pandemia che infuria ovunque si è fermata su una barriera di spiagge bianche e mare cristallino, davanti a 50 ettari di parco secolare. Premiato per diciotto volte consecutive quale migliore albergo del mondo, in questo convulso 2020 il Forte Village di Santa Margherita di Pula ha un nuovo primato da vantare: quello di struttura ricettiva più sicura in assoluto. Merito di una best practice unica al mondo, che si pone come esempio per le strutture ricettive analoghe in termini di morfologia e accessibilità.

Ce la illustra il direttore generale Lorenzo Giannuzzi: “Dall’apertura il 27 giugno fino al mese di ottobre, il nostro mantra sarà: business as usual. Quindi abbiamo attivato tutti i servizi, senza alcun taglio nella qualità. Implementiamo protocolli di sicurezza, finalizzati a creare un ambiente che minimizzi le occasioni di contagio e permetta di vivere la vacanza pienamente. A favorirci sono la struttura chiusa del resort, dotato di un unico ingresso, dove ogni servizio e infrastruttura è accessibile solo agli ospiti, la vastità degli spazi e la prevalenza delle attività svolte all’aperto. Ma la Sardegna, e in particolare quest’area, conta fra le zone meno colpite dal contagio in Italia”.

“Le disinfezioni con prodotti a basso impatto ambientale, dai lettini alle acque delle piscine, dalle navette ai bagagli, sono eseguite costantemente; così come vengono osservate le norme sul distanziamento e i dispositivi di protezione individuale. Ma a fare la differenza è il sistema di triage che abbiamo messo in piedi per creare un ambiente sterile all’interno del resort, in modo che gli ospiti possano sentirsi sicuri. A questo scopo abbiamo allestito un vero e proprio presidio sanitario Covid attivo h 24, a opera di un Covid management team, dove eseguiamo test anticorpali IgM/IgG rapidissimi, il cui esito arriva in appena 7 minuti. Nel caso non fosse favorevole, procederemmo ad eseguire un tampone molecolare con relativa analisi PCR. L’eventuale positivo verrebbe quindi accolto in villette isolate, dove sarebbe accudito dal nostro personale fino a negativizzazione. Ma fortunatamente non è ancora accaduto. Gli stessi dipendenti, che dormono in struttura, sono sottoposti a questi test e li ripetono ogniqualvolta si allontanano in occasione del giorno di riposo. Il costo è di 50 euro a persona, totalmente a carico della struttura, ma l’atmosfera risulta molto più decontratta”.

“Il ciclo dei fornitori è gestito anch’esso in piena sicurezza, con un flusso indipendente che azzera qualsiasi interazione con i residenti e la sanificazione di tutti i prodotti al loro arrivo. È un sistema che abbiamo ideato con le università di Tor Vergata, Padova e Cagliari, unico al mondo. Qualcosa di analogo esiste solo nella Bundesliga e nella serie A. Ci consente di proseguire senza alcuna limitazione in tutte le nostre attività. Per esempio le accademie sportive, dove è possibile praticare le attività più diverse perfezionandosi al fianco di campioni della disciplina. Per il calcio alcune glorie del Chelsea, per la boxe il campione europeo Buglioni, per la scherma Valentina Vezzali eccetera”.

“Anche l’offerta gastronomica non ha scapitato, sebbene sia stata ripensata per svolgersi interamente all’aperto, nei giardini o in riva al mare. Oltre ai ristoranti interni, dal San Domenico a Heinz Beck, a Rocco Iannone e Aimo e Nadia, contempla le Celebrity chef nights, con una pletora di stellati ai fornelli. Così come proseguirà a partire dal mese di novembre l’esperienza partita nel 2008 del Master Five Stars Hotel Management e del Master Food & Wine Operations Management, che mirano a formare figure professionali di alto profilo nel settore dell’hospitality e dell’enogastronomia non solo nazionale. Alcune comunità continueranno a mancare all’appello, ma restiamo fiduciosi nel fatto che la gente stia vincendo la paura di viaggiare: osserviamo tanti piccoli segnali che presto torneremo alla normalità”.

Guarda il video sulla sicurezza del Forte Village