“Anullot del plin” al sugo di arrosto e granella di nocciole | Stefano Sforza

    Ricetta di Stefano Sforza: “Anullot del plin” al sugo di arrosto e granella di nocciole

    0
    69
    Ingredienti e procedimento

    Ingredienti per 4 persone

    Per il ripieno

    200 g di capocollo di maiale

    2 cosce di coniglio

    200 g di arrosto di vitello

    100 g di salsiccia di vitello

    200 g di pancetta di maiale fresca

    300 g di verza

    1 carota

    1 costa di sedano

    1 cipolla

    300 ml di vino bianco

     

    Per la pasta

    ½ kg di farina 00

    5 rossi d’uovo

     

    Per la guarnizione

    50 g di granella di nocciole

     

    Procedimento

    Per la pasta

    Impastare farina e uova, mettere da parte e fare riposare per 30 minuti. Quindi stenderla sottilmente.

     

    Per il ripieno

    Cuocere in forno a 200°C per 30 minuti tutta la carne tranne la salsiccia di vitello. Sfumare con il vino bianco quindi continuare la cottura a 170°C per 50 minuti coprendo il contenitore con carta stagnola.

    Parallelamente tagliare le verdure a brunoise , stufarle in una pentola con olio, coprile di acqua portandola a bollore. Raggiunta la cottura, aggiungervi le carni – mantenere a parte il sugo di cottura, da filtrare e da ridurre sino a consistenza cremosa per chiudere il piatto – far cuocere per 10/15 minuti aggiungendo la salsiccia di vitello. Raffreddare e tritare.

     

    Per l’agnolotto

    Stesa la pasta, porvi una riga di ripieno usando una sac a poche. Avvolgere attorno al ripieno la pasta pizzicandola con le dita sino a formare un lungo agnolotto da tagliare poi con la rotella.

     

    Composizione del piatto

    Dopo aver cotto gli agnolotti in abbondante acqua salata, porli nel piatto dove precedentemente è stato adagiato il sugo di cottura ridotto. Spolverare con granella di nocciole e servire.

    stefano sforza opera torino