Premio Mesa 2022: ecco chi è il nuovo chef emergente della cucina sarda

È Davide Atzeni il vincitore della terza edizione del “Premio Mesa”, concorso regionale dedicato ai giovani chef emergenti promosso da Cantina Mesa.

0
41
La notizia

È Davide Atzeni, 35 anni, chef del Ristorante Coxinendi di Sanluri, il vincitore della terza edizione del Premio Mesa.Monte Prama” – piatto ispirato ai Giganti di Monte Prama e omaggio al patrimonio storico e archeologico dell’Isola – presentato in abbinamento a “Galesa” Valli di Porto Pino IGT 2020 di Cantina Mesa: questa la formula vincente per aggiudicarsi il gradino più alto del podio del Premio Mesa, contest lanciato da Cantina Mesa per premiare la crescita della ristorazione sarda attraverso i suoi protagonisti, gli chef.

Il piatto di Davide Atzeni

I tre finalisti in gara – selezionati tra le numerose candidature di giovani chef attivi nell’Isola almeno dalla stagione estiva 2018 – si sono sfidati giovedì 24 novembre presso l’hub internazionale della gastronomia di Identità Golose a Milano.

Davide Atzeni

Obiettivo dei talenti: convincere una giuria d’eccezione guidata da Gavino Sanna – il pubblicitario italiano più famoso e premiato, fondatore di Cantina Mesa -, affiancato da Paolo Marchi, ideatore e curatore di Identità Golose; Maddalena Fossati, direttrice de La Cucina Italiana e Traveller; Pietro Pitzalis, fondatore e direttore di Reporter Gourmet; Sergio Mei, per un ventennio executive chef del Four Season Hotel di Milano e oggi riconosciuto tra i massimi esponenti della cucina italiana; Alberto Piras, sommelier de Il Luogo di Aimo e Nadia, ristorante **Michelin di Milano.

I giurati

La finale è stata moderata da Giovanni Fancello, giornalista, scrittore e gastronomo, profondo conoscitore della sua Isola natìa. E proprio di Gavino Sanna il commento di chiusura della finale: «Alla fine di questa giornata mi sento benissimo perché finalmente, alla terza edizione del Premio, Mesa rappresenta in Sardegna quello che ho sempre sognato: riuscire ad arrivare ai giovani – tanti se possibile – pieni di entusiasmo, di classe, di talento.

I tre finalisti del Premio Mesa 2022

Questo per scoprire e vedere con nuovi occhi tutto quello che di bello c’è nella mia Isola. Io non voglio vendere solo vino, voglio vendere la Sardegna. La Sardegna del mio cuore, dove tutti abbiamo un sogno e dove tutti aspettiamo che qualcuno lo scopra, lo prenda per mano, lo accarezzi, lo faccia vivere: questa è la Sardegna che rappresenta il Premio Mesa».

Alessandro Impera
Il piatto di Alessandro Impera: Mugheddu, bottarga, cavolfiore, olive pizz’e carroga, agrumi e santolina e Brama Syrah Valli di Porto Pino IGT 2019
Fabrizio Sechi
Piatto di Fabrizio Sechi: Pascolo brado e Galesa Valli di Porto Pino IGT 2020

Davide Atzeni segue Gavino Piu e Andrea Serusi – vincitori delle prime due edizioni – nel palmarès del Premio Mesa. Prossimo passo per il giovane talento, neoeletto vittorioso, sarà godersi il premio messo in palio da Cantina Mesa: il Master di alta formazione presso l’Accademia Niko Romito, dal titolo “Pane e Lieviti con Grani Antichi”, proposto con l’obiettivo di aumentare il patrimonio di competenze da poter restituire al territorio.

Davide Atzeni

Fabio Bucciarelli, Direttore dell’Accademia, commenta: «Lo Chef Niko Romito da sempre è al fianco dei giovani cuochi, ecco perché da tre anni siamo onorati e contenti di partecipare a questo premio dando la possibilità di seguire un Master sulla panificazione. Per questo, ringrazio Gavino Sanna e Cantina Mesa per aver rinnovato il premio». Parallelamente Cantina Mesa si prepara già per il bando della quarta edizione del Premio, che andrà in scena nel 2023.