Franco Bergamino: il pasticcere italiano sessantenne che ha sfondato in Cina

Specialità italiane con ingredienti cinesi: il segreto del pastry chef Franco Bergamino che ha deciso di esportare le nostre ricette con grande successo.

0
43
La notizia

La fusione tra la cultura culinaria italiana e quella cinese è il segreto del successo del pastry chef Franco Bergamino e del suo locale Mimosa a Chongqing nel sud-ovest della cina. Bergamino, 62enne, torinese d’origine, possedeva nella sua città natale due pasticcerie con oltre 90 di storia, quando nel 2016 decise di trasferirsi nella città del sud ovest della Cina e aprire un laboratorio.

Mi piace particolarmente Chongqing, dove il cibo e la cultura sono completamente diversi da Torino. La vita qui è come l’altra faccia della medaglia‘”, racconta. Negli anni chef Bergamino si è integrato con la gente locale e si è abituato alla cultura culinaria cinese dove condividere il piatto è un imperativo, una cultura diversa da quella italiana per  molti aspetti.

A Torino, i clienti abituali del mio negozio compravano sempre  lo stesso dolce e rimanevano delusi se quello che volevano era esaurito. La situazione a Chongqing è molto diversa. I clienti si aspettano dessert diversi ogni mese e rimangono scontenti se il menu non varia. Ai giovani qui piacciono le nuove idee e stanno diventando più aperti“, spiega lo chef. La fusione funziona. Dal 2016 a oggi Bergamino ha riscontrato un enorme cambiamento nel gusto dei clienti cinesi. “In passato, i cinesi giudicavano i miei dessert troppo dolci. Ora hanno accettato gli autentici sapori italiani forse grazie a una maggiore apertura della Cina al mondo esterno“.

Fonte: chinadaily.com