220 euro per una cena stellata “fai da te” di San Valentino: le polemiche dei clienti contro il kit a domicilio di Tom Kerridge

Tre portate con una serie di finger food da realizzare in casa al prezzo di 220 euro: il kit stellato di Tom Kerridge per San Valentino non convince il pubblico, che lo trova troppo costoso a fronte del misero contenuto.

0
48
La notizia

Quale occasione più ghiotta per dare sfogo al proprio estro culinario se non la festa degli innamorati? Deve aver pensato proprio questo, lo chef stellato Tom Kerridge, quando ha avuto per la prima volta l’idea di realizzare un kit a domicilio per il 14 febbraio. Obiettivo: permettere a tutte le coppie di cucinare insieme e -perché no- sfidarsi ai fornelli senza però rischiare “pasticci” dell’ultim’ora, gustando manicaretti raffinati nella confortevole atmosfera casalinga.

Crediti BBC-Bone Soup Productions

Quella che poteva sembrare una trovata geniale, però, ha attirato numerose critiche (proprio come la costosa bistecca del suo pub, di cui vi avevamo parlato qui: a detta del pubblico, il menu “fai da te” di Kerridge sarebbe decisamente troppo costoso. Parliamo di 185£ (l’equivalente di 220 euro) per una cena di sole tre portate, il cui “fiore all’occhiello” è una selezione di tartine (bun di pasta choux con una mousse di formaggio morbido; tartellette di aragosta della Cornovaglia con maionese di colza e condimento di capperi e senape inglese; pancetta di maiale glassata al sidro con budino nero).

Prima di assaggiarle viene proposto un antipasto a base di tortano con lievito naturale e burro, salmone con melassa Gravadlax, remoulade di sedano rapa e mele, caviale di Avruga e cracker al sale marino; dopo, invece, un budino al caramello con panna della Cornovaglia e un semplice pasticcino al frutto della passione.

È una cena che costa l’equivalente del mio budget alimentare come mamma di 3 bambini”, ha commentato una cliente sui social. “In più, non mi verrà servita: dovrò prepararla da sola”. Come darle torto?

Fonte: mylondon.news

Foto dello chef in copertina: Crediti BBC

Foto dei piatti: Sito ufficiale Tom Kerridge