“Nel mio pub a 2 stelle Michelin una bistecca costa 100 euro e li vale tutti”. Lo chef risponde ai clienti indignati

È giusto far pagare ai clienti più di 100 euro per una bistecca? Lo chef Tom Kerridge giustifica il prezzo della carne servita nel suo celebre pub a due stelle Michelin, rispondendo alle lamentele del pubblico inviperito.

0
622
La notizia

Si dice che la qualità costi, ma in questo caso, più che la qualità, a costare è il servizio. È la scelta fatta dal celebre chef Tom Kerridge, volto noto di alcuni fra i più conosciuti programmi di cucina come Masterchef, Saturday Kitchen e Food and Drink.

Crediti BBC

Nel suo locale, The Hand & The Flowers, insignito di due stelle Michelin nel 2005, una bistecca può costare 87 sterline (poco più di 100 euro) e lo chef non ha alcun ripensamento a riguardo. Anzi, nel suo menu troverete tra gli antipasti un piatto di salmone affumicato al prezzo di £42,50 e, tra le portate principali, un secondo a base di agnello a £69. Inoltre, un lombo di cervo speziato può arrivare a costare £60, mentre un contorno di cavolo £7,50. E per “chiudere in dolcezza”, tutti i dessert costano £26,50.

Crediti The Hand & Flowers

Così chef Kerridge è stato accusato di aver fissato prezzi troppo cari: l’appassionato di vino, Guy Woodward, ha citato il sito web di The Hand and Flowers di Tom Kerridge, rilasciando una recensione che non è passata inosservata. Woodward ha descritto il locale come un pub “senza pretese, semplicemente un pub’, con un ambiente rilassato e accessibile per il divertimento di tutti.” Ma ha aggiunto i costi esorbitanti, con un commento sarcastico: “Bistecca e patatine £ 87, contorno di cavolo, £ 7,50, creme brulee: £ 26,50. E la gente si lamenta dei ricarichi sulla carta dei vini.”

Crediti Dovecotepark, Twitter

Kerridge è dunque intervenuto per difendere i prezzi, dicendo che i costi sono alti per un motivo preciso: pagare al suo personale un salario decente. “Quei prezzi includono tutto, IVA e servizio. Pago adeguatamente il personale e considero il suo lavoro come un servizio professionale”, ha commentato lo chef. “Forse dovremmo aprire un dibattito sul costo reale del pranzo. ‘Senza pretese’ non significa economico.”

Crediti Jonathan Hordle, PA

Sembra che lo chef adotti spesso questa politica nei suoi locali: un altro suo ristorante a tema fish and chips ha il prezzo più alto della Gran Bretagna per questa pietanza, ben £32,50. Servito con sole sette patatine, delicatamente cosparse di erbe aromatiche e accompagnato da tartare, budino di piselli e salsa al curry, questo piatto a base di pesce impanato può essere richiesto presso l’hotel a cinque stelle Corinthia di Londra.

Crediti Christian Barnett

Ma Kerridge non è l’unico a dover rispondere alle polemiche sui prezzi troppo alti nel suo menu: il mese scorso il critico gastronomico Jay Rayner ha aspramente attaccato un ristorante, accusandolo per la sua scelta di far pagare £36 un’insalata e £85 una bottiglia di vino, che si può acquistare in un negozio per £13,95.

Fonte: walesonline.com.uk

Foto dello chef in copertina: Crediti Christian Barnett