È la fine dei supermercati? L’espansione globale di Amazon fresh cambierà il modo di fare la spesa di tutti i giorni

Oggi un’altra rivoluzione potrebbe essere alle porte, questa volte ancora più pervasiva e quotidiana. Amazon prosegue con l'espansione globale di Amazon Fresh e dopo Milano arriva anche a Roma.

0
286
La Notizia

Chi l’avrebbe mai detto, qualche anno fa, che le piattaforme avrebbero cambiato il nostro modo di compiere acquisti, specie nel campo dei beni durevoli? Oggi, accelerata come altre trasformazioni dal new normal post pandemico, un’altra rivoluzione potrebbe essere alle porte, questa volte ancora più pervasiva e quotidiana. Amazon ha infatti lanciato Amazon Fresh, divisione che si occupa della spesa a domicilio, le cui conseguenze per la GDO e il commercio al dettaglio sono difficili da prevedere. L’e-grocery è già il settore dell’ecommerce che è cresciuto di più nel corso dell’anno passato, segnando un clamoroso +70%, destinato probabilmente a salire. In tutto vale oggi 2,7 miliardi di euro e sta entrando nelle abitudini del 54% delle famiglie milanesi, che se ne è servito almeno una volta (la media nazionale è del 39%).

Il servizio è attivo da un mese a Milano; ora è la volta di Roma, da Cecchignola a Prima Porta e Centocelle, dove resta riservato ai clienti Amazon Prime (abbonamento del costo di 36 euro l’anno, la metà per gli studenti), compresi quelli nel periodo di prova gratuito, con acquisti da effettuare sul sito Amazon Fresh www.amazon.it/fresh o sulla App. Ma verrà esteso ad altre aree e tipologie entro la fine del 2021. Del resto è già operativo da tempo in metropoli come Londra e Berlino, Tokyo, Los Angeles e Chicago: la sua forza è la vastità della gamma, senza paragoni nei negozi fisici.

Sugli scaffali virtuali italiani approdano così 10mila prodotti, molti dei quali regionali, dalla porchetta di Ariccia ai carciofi romani, o provenienti da start up italiane, come i biscotti Gentilini, il caffè Morettino, la bottarga MR Morris, i piatti pronti Pralina a base di ingredienti biologici. Non solo conserve e scatolame, quindi, ma anche cibi freschi e deperibili come ortaggi biologici, pesci, carni pregiate quali chianina e black angus. La consegna avviene in giornata nell’arco di due finestre temporali di due ore, senza costi aggiuntivi per ordini oltre i 50 euro (chi necessiti di una finestra di consegna ridotta a un’ora pagherà 4,9 euro in più). In alternativa il ritiro potrà essere effettuato gratuitamente presso un Amazon Hub, modalità click and collect. Sta ai clienti in possesso del CAP idoneo richiedere online l’invito ad accedere al servizio, che verrà poi inviato via mail. Allo studio anche un servizio tramite droni che verrà implementato nei prossimi anni.