Guida Michelin: quali sono i 12 ristoranti italiani nel Regno Unito e in Irlanda da provare secondo la rossa

Pizza, pasta, arancini, fine dining... anche oltre la Manica è possibile-mangiare buon cibo italiano. Ecco 12 consigli dalla prestigiosa guida Michelin per non avere brutte sorprese.

0
773
I Ristoranti

Che Regno Unito e Irlanda siano da sempre molto affascinati dalla cucina del Bel Paese è cosa ben nota. Pizza, pasta, arancini…pizzerie, ristoranti fine dining, concept casual o locali eleganti: lo scenario è davvero immenso ed è facile cadere bene come imbattersi in ridicoli “scimmiottamenti” delle tradizionali ricette dello Stivale.
Per non sbagliare facciamoci guidare da chi di cibo ne sa, diamo un occhio ai locali più interessanti e degni di essere presenti nella Guida Michelin.

1. Mele e Pere


Mele e Pere, un locale sicuramente alla moda, nel cuore di Soho, che non rinuncia ad un’atmosfera calda e ai tavoli di legno che rievocano le trattorie del Nord Italia dove i tre fratelli proprietari sono cresciuti. Una cucina che mescola ingredienti britannici e italiani sempre tutti rigorosamente secondo la stagionalità.
Aperitivi e antipasti con olive ascolane, burrata, polpette di agnello, Prosciutto di Norcia e gnocco fritto. Poi pasta fresca e non solo: tagliatelle, risotti, orecchiette, per continuare con porchetta, polenta e molto altro, il tutto accompagnato da una lista vini rigorosamente italiani. Un menu che cambia quotidianamente come le paste e i dolci tutti fatti in casa. La domenica è proposto il menu “Sunday all’Italiana” composto da 4 portate per 25£ . Attorno al bancone, a ferro di cavallo, rivestito di rame rosso, oltre che special drink e vini si può scegliere di sorseggiare un vermouth scelto dalla loro selezione, la più grande di tutta Londra.
Indirizzo: 46 Brewer Street, Soho, London, W1F 9TF

2. The River Cafe

The River Cafe, Hammersmith, London.

Il locale si trova nel quartiere di Hammersmith sulla riva nord del Tamigi. L’ambiente è molto luminoso e l’arredamento si gioca tra il bianco e l’azzurro. Quando la stagione lo permette si può mangiare in un ampio spazio con tavoli all’esterno. Il menu ripercorre piatti e i prodotti tipici della cucina italiana realizzati artigianalmente, utilizzando prodotti freschi sia di carne che di pesce. Puntarelle, pizzette, ribollita, tagliatelle e l’immancabile risotto. L’attenzione alla stagionalità si intuisce subito dai menu che prendono il nome delle stagioni. Per pranzo dalle 12.30 pm alle 2.15 pm è sempre previsto un Set Lunch menu. Da ora, fino ad Aprile è disponibile il Winter Set Lunch menu che permette di scegliere tra due portate a 28£ , tre a 34 £ e quattro a 42 £ .
Indirizzo: Thames Wharf, Rainville Rd, London W6 9HA

 

3. Da Terra


È una sofisticata ed elegante location all’interno del Town Hall Hotel nata per ospitare l’idea culinaria della provenienza dei suoi due chef Paulo Airaudo e Rafael Cagali, argentino il primo brasiliano il secondo, ma entrambi con origini italiane. Nella cucina di Da Terra sapori italiani si incontrano e si mescolano con quelli sudamericani creando perfette armonie che in solo otto mesi dall’apertura hanno fatto conquistare al locale la prima stella Michelin. Airaudo e Cagali propongono un menu alla cieca di 8 o 10 portate sulla base del loro estro. È possibile anche sorseggiare un drink o un ottimo vino al bancone che offre un Menu Bar. Qui si trovano sapori e prodotti italiani, spagnoli e esotici: arancini di Taleggio, Jamon iberico, mortadella, churros di pecorino, croquetas, tortellini e, polipo con salsa Aioli e pollo Teriyaki. Queste sono solo alcune delle possibili scelte.
Indirizzo: 8 Patriot Square, London E2 9NF, UK

 

4. Palatino


Palatino, a Clerkenwell, è il luogo dove lo chef britannico Stivie Parle interpreta la sua cucina tutta ispirata a Roma. Un ambiente sobrio, moderno con una cucina a vista dove spiccano un forno a legna e uno in pietra in cui vengono cucinati succulenti ma eleganti piatti della tradizione romana. Gli iconici Tonnarelli cacio e pepe, Rigatoni alla pajata, puntarelle alle acciughe e saltimbocca sono alcuni dei piatti che si possono gustare a Palatino. Il ristorante propone un’originale saturday lunch: ogni sabato dalle 12 pm alle 5 pm per 25£ c’è la possibilità di scegliere la formula Unlimited Pasta: pasta illimitata da scegliere tra quelle proposte nel menu e quelle del giorno.
Indirizzo: 71 Central St, London, EC1V 8AB

 

5. Locanda Locatelli

Brook01.tif

Giorgio LocatelliGiorgio Locatelli, proprietario e chef dell’omonimo locale è considerato uno dei migliori chef italiani nel Regno Unito. Già noto al grande pubblico della Penisola per la sua partecipazione come giudice nell’edizione italiana di Masterchef, esprime la sua cucina nel quartiere di Marylebone.
Un locale molto raffinato dai colori chiari ed eleganti dove Chef Locatelli esterna il suo amore e la sua dedizione per la cucina insegnatagli dalla nonna Vincenzina.
Qualità e freschezza di prodotti, piatti delle tradizione italiana a cui lo chef aggiunge il suo tocco creativo gli sono valsi nel 2003 una stella Michelin.
Lingua di manzo, malfatti alla zucca e amaretti, risotto al barolo alcuni dei piatti del ricco menu ispirato tutto al Bel Paese accompagnati da una fornita lista di vini italiani che si possono degustare nella location calda e familiare all’8 di Seymour St.
Indirizzo: 8 Seymour St, Marylebone, London W1H 7JZ

 

6. Caldesi in Campagna, Bray


Caldesi in Campagna è la tipica casa bianca immersa nella campagna del Berkshire dove poter degustare piatti realizzati con i prodotti locali secondo la maniera italiana. Il locale è nato nel 2007 a Bray nel Berkshire dopo le consolidate esperienze a Londra con Caldesi a Marylebone e La scuola Caldesi.
La cucina di Caldesi si distingue per una particolare attenzione alla stagionalità e alla sostenibilità. Nel locale di Bray si possono degustare ravioli, pappardelle, fettuccine e molto altro in un ambiente caldo, raffinato e familiare che comprende anche una terrazza coperta dove trova posto un forno a legna.
Indirizzo: Old Mill Ln, Bray, Maidenhead SL6 2BG

 

7. Luca


Il ristorante Luca nel cuore di Clerkenwell accoglie gli ospiti con un imponente bancone di marmo, tavoli di legno, per lo più da due o quattro posti e panche che poggiano al muro rivestite di morbida pelle. In quest’atmosfera calda e raffinata si può gustare la cucina di Luca. Gamberi della baia di Morecambe, gallo cedrone dello Yorkshire, scampi dalla Scozia e formaggi di tutto il Paese sono gli ingredienti provenienti dall’Inghilterra, dalle isole britanniche e dall’Italia. Materie prime utilizzate per piatti che rispettano la tradizione italiana, ma con qualche trasgressione. All’interno del locale sono disponibili due sale per pranzi privati per massimo dieci persone: la Garden Room e la Pasta Room dove l’atmosfera è creata dalle numerose candele.
Attorno al bancone in marmo, da mezzogiorno in poi, si possono sorseggiare drink, vini e grappe italiani accompagnati da piatti più veloci come salumi, burrata, gnocchi, arancini e panelle di ceci.
Indirizzo: 88 St John St, Farringdon, London EC1M 4EH

 

8. Il Pirata


Con i suoi tavoli di legno, i mattoni bianchi e un bancone con sgabelli il Pirata, a Belfast, è un ristorante di quartiere che serve cibo italiano gustoso e autentico. Pasta e pizze fatte in casa, ottimi vini e cocktail originali. Piatti realizzati secondo ricette tipiche presentati in modo informale. Si inizia con i cicchetti e le pizze per passare alla pasta e ai secondi, il tutto ad un prezzo contenuto. I piatti più costosi si aggirano attorno ai 13-15 £, unica eccezione la cotoletta di Ribeye a 27 £. Sono disponibili anche un menu vegano e uno vegetariano. Al bancone si possono sorseseggiare drink di ispirazione italiana e vini italiani e internazionali.
Indirizzo: 279-281 Upper Newtownards Rd, Belfast BT4 3JF

 

9. Sorella


Sorella è la sorella minore di The Dairy, assieme a Counter Culture e Darby ’s tutte creazioni di Robin e Sarah Gill. La famiglia e un concept intimo e amichevole sono le caratteristiche dei locali e della cucina firmate Gill.
A Sorella tutto il menu è fortemente ispirato e influenzato dall’esperienza di Robin Gill in Costiera Amalfitana. Tra le proposte non possono mancare le fettuccine alla Nerano e le linguine al nero di seppia. Gli ingredienti attorno ai quali lo chef Shane Leadley plasma i suoi piatti sono tutti locali e molti provengono dalla fattoria dei Gill. Si possono degustare cicchetti, antipasti, primi, secondi e dolci presentati in una veste informale e concepiti per essere condivisi al bancone o sui tavoli di legno.
Indirizzo: 148 Clapham Manor St, London, SW4 6BX

 

10. Artusi


Artusi a Peackam, è un piccolo locale dall’arredamento pulito, lineare e luminoso con una lavagna appesa al muro dove è appuntato il menu del giorno. Grande attenzione agli ingredienti rigorosamente approvvigionati dai più qualificati fornitori del mercato londinese. L’ispirazione della cucina è quella delle tipiche ricette italiane. Ad un prezzo contenuto si possono degustare spaghetti all’amatriciana, tagliatelle burro e salvia e altre paste tutte fatte in casa. Per gruppi da otto a diciotto persone è possibile riservare il tavolo centrale di fronte alla cucina dove condividere assaggi del menu del giorno a cui, con un po’ di preavviso, si può aggiungere lo stinco di vitello o il maialino da latte.
La domenica è possibile optare per un menu di tre portate a soli 20£.
Indirizzo: 161 Bellenden Rd, Peckham, London SE15 4DH

 

11. Cin Ci


Cin Cin Italian Bar & Kitchen è un locale stravagante e insolito ricavato in un ex garage. Al centro della stanza c’è un bancone a ferro di cavallo dove sedersi, sorseggiare ottimi drink o vini e osservare la maestria degli chef che preparano piatti da condividere. Un menu che interpreta la tradizione italiana con tagliatelle, ravioli, pappardelle, arancini e molto altro utilizzando prodotti rigorosamente locali e stagionali. Da Cin Cin si degustano stuzzichini, piccoli piatti e pasta fresca tutti ad un prezzo contenuto.
Indirizzo: 13-16 Vine Street, Brighton BN1 4AG

 

12. Mono

In un ambiente semplice e naturale si esprime la cucina e la filosofia di Mono che ha come credo la semplicità, la sperimentazione e la qualità degli ingredienti e della gastronomia italiana. Lo chef stellato Zielinski, insieme a Joseph Crolla e al resto del team nel loro laboratorio elaborano menu ispirati alla tradizione italiana, ma moderni e sempre molto curati nell’impiattamento. A pranzo Mono propone tre menu degustazione: uno di due portate a 18£, uno da tre a 25£ e uno da sei a 40£.
La sera oltre ai due menu degustazione da cinque portate a 50£ e da sette a 70£ è disponibile anche il menu alla carta. Come il menu anche la lista vini è lungimirante proponendo vini realizzati con uve meno conosciute e produttori indipendenti attenti alla sostenibilità.
Indirizzo: 85 South Bridge, Edinburgh EH1 1HN,