The Best Chef Awards di Cristian Gadau. Il gala mondiale dell’alta ristorazione dal web vola a Milano

Cristian Gadau racconta per la prima volta come è riuscito a trasformare una passione in una delle più importanti manifestazioni che premia i più noti chef

0
102
La Notizia

Era il 2016

quando sulle piattaforme social Facebook e Instagram comparve per la prima volta la pagina The Best Chef, una gallery accuratissima che si configurava come album di figurine di tutti i migliori chef attivi in campo mondiale. L’aura di mistero che avvolgeva il suo creatore non ci impediva comunque di godere della bellezza delle fotografie dei personaggi – cui giorno per giorno si accompagnava un ampio capitolo sui rispettivi piatti più rappresentativi – e lasciava intendere una passione profonda e ben ragionata. A poco a poco, nel corso dei mesi, The Best Chef ha raggiunto un bacino di follower curiosi su scala internazionale, e si sono concretizzati dei tasselli che hanno alla fine rivelato la mente che si celava dietro il progetto. Quella che a tutta prima sembrava una delle centinaia di pagine dedicata agli appassionati di alta ristorazione, è venuta sempre più configurandosi come progetto ben strutturato con un nome e cognome ben preciso.

The Best Chef Awards

The Best Chef Awards

Cristian Gadau, classe 1976, sangue sardo e mente aperta, ha le idee chiare da sempre e The Best Chef ne è la dimostrazione più limpida. “Fin da bambino volevo fare il cuoco, sono letteralmente innamorato di questa professione, ed è anche per questo che a 14 anni ho lasciato la Sardegna per andare a lavorare in continente. Sono cresciuto in fretta, lavorando fin da subito come cameriere, cercando anche di mantenere gli studi – in design, a Milano – ma con la consapevolezza che da grande avrei voluto fare altro. Ho viaggiato molto e ogni esperienza mi ha lasciato tracce importanti, soprattutto negli otto anni in cui ho lavorato in Germania in sala a fianco di ottimi professionisti.” Spirito di sacrificio e curiosità sono doti essenziali per chiunque voglia costruirsi una carriera, e Gadau si è conquistato buone soddisfazioni non solo come uomo di sala, ma anche come cuoco, grazie a un ottimo spirito di osservazione e all’esempio dei maestri con cui ha lavorato. Poi è arrivata la svolta decisiva. L’incontro con Joanna Slusarczyk lo ha portato a fare un viaggio a Cracovia da cui non è più andato via. “Cracovia è una città meravigliosa, mi sono sentito subito a casa, e ho deciso di restare, iniziando un nuovo capitolo della mia vita insieme a Joanna. Mi sono reinventato da zero, mi sono occupato di e-commerce per un periodo e poi sono diventato consulente nella ristorazione”.

The Best Chef Awards

Ma l’amore per il mondo degli chef, da lui sempre coltivato e di cui ha toccato con mano la passione e la bravura, lo ha portato a creare una nuova sfida. “Non mi definisco cuoco, sono uno che si diverte in cucina, ma avevo in mente un qualcosa che volesse essere un omaggio a questa professione che richiede tanta conoscenza e devozione. È così che è nata la pagina The Best Chef, sfruttando l’opportunità di una piattaforma social che è molto flessibile e che permette di entrare in contatto con tutto il mondo in tempo zero.” E l’interesse crescente, le continue visualizzazioni sono stati il catalizzatore che hanno convinto Gadau – e Joanna, altro motore silenzioso del progetto – a dargli una forma più concreta. Nel 2017 The Best Chef è diventato un team di 10 persone che hanno fatto sì che a Varsavia si svolgesse la prima edizione del The Best Chef Awards, una kermesse che ha riunito fisicamente oltre 300 tra gli chef più noti in tutto il mondo, premiando i migliori attraverso una giuria internazionale di esperti accuratamente scelta (con una giuria popolare di Fol-lovers la cui preferenza ha inciso del 30% sul voto totale).

The Best Chef Awards

The Best Chef Awards

I vincitori delle 6 categorie, personalmente intervenuti nella serata a ritirare i premi, sono tra i migliori esponenti del gotha gastronomico mondiale: miglior chef è risultato Joan Roca (con buoni piazzamenti anche per gli italiani: Enrico Crippa al 6° posto, Massimo Bottura, Davide Scabin 16°, Max Alajmo 19° e Mauro Uliassi 20°), miglior pastry chef è risultato Roger Van Damme, mentre a Chantel Dartnall è andato il premo di Lady 2017, il vincitore del premio City Gourmet Warsaw 2017 è il Restaurant Atelier Amaro dello chef Modest Amaro, il Best chef Foodart se lo è aggiudicato lo chef Atsushi Tanaka e il premio Stella emergente è andato al polacco Rafał Koziorzemski. L’evento faraonico ha avuto una risonanza mondiale grazie alla diretta live streaming su Facebook, ma ha soprattutto dato una nuova linfa a Gadau per organizzare e incentivare l’imminente edizione 2018. “Dal 2016 sto investendo ogni mia energia e risorsa in questo progetto di valorizzazione degli chef, piuttosto che dei loro ristoranti. Il mio obiettivo è creare una rete comunicativa più veloce e moderna, che si sganci dai metodi tradizionali di recensione e critica tipico delle guide. Le piattaforme social sono facilmente accessibili ma richiedono expertise e strategia di marketing e comunicazione per cui ho creato un team di professionisti provenienti da tutta Europa. L’anno scorso abbiamo lavorato duramente per traslare dal piano virtuale a quello reale tutti i contatti che abbiamo creato, spostare il pubblico dal web al territorio non è stato affatto facile, ma gli chef hanno risposto subito in maniera molto positiva e si sono fatti coinvolgere con entusiasmo. Nel frattempo, abbiamo già iniziato a lavorare per i prossimi step, e nel 2019 abbiamo in previsione di entrare più da vicino nel mondo degli chef, raccontando la loro quotidianità in cucina direttamente sul campo.

The Best Chef Awards

The Best Chef Awards

E oggi i preparativi fervono per il secondo appuntamento del The Best Chef Award che avrà luogo lunedì 1° ottobre a Milano al Teatro Vetra dalle ore 19, cui parteciperanno oltre 400 persone e più di 100 chef da tutto il mondo. La formula sarà la stessa dello scorso anno, con un solo nuovo premio deciso solamente dal voto digitale dei followers, 7 premi per 300 chef selezionati da una giuria internazionale che ha espresso le proprie preferenze nei mesi di luglio e agosto. La kermesse sarà in diretta live streaming sulla pagina Facebook, e Reporter Gourmet, media partner esclusivo, seguirà l’evento con backstage e interviste.

 

Informazioni