All’ Enoteca La Torre ci sono Chiara e Betty, le Thelma e Louise della ristorazione Italiana

Aspettando “Maialando Maialando”: Undicesima edizione della Kermesse gastronomica e non solo, all’Enoteca La Torre, il 16 febbraio 2014, c’è la festa del maiale.. o meglio, la festa fatta al maiale!

0
65
L'Evento

La festa del maiale

Maialando maialando è la festa che ogni anno, a febbraio, rivive.. è la festa del maiale, la festa dei norcini, la festa dei golosi impenitenti; più di un centinaio di avventori che si aggira per la corte, dove abili norcini eseguono un rito macabro, ma al tempo stesso antico, vero, romantico, goloso. Qui niente si perde, ma tutto si ritrova: le antiche arti della macellazione, la bollitura della testa, la soprassata, la salsiccia, il bilordo, la guancia, gli zampucci, la polenta di granturco Formenton ottofile che sobbolle, le mandibole che si muovono, i fiaschi che si svuotano, gli sguardi felici, il convivio.

Si svolge a Montecarlo, ridente cittadina del vino, affollata da personaggi a dir poco singolari e capitanata dal sindaco del vino Italiano – quel gran bel signore di Gino Fuso Carmignani, compagno di merende dell’altro noto Gino “Luigi Veronelli”. E, lo ricordiamo molto volentieri, è proprio in questi giorni che Luigi compirà i suoi dieci anni di cammino tra le vigne del Signore.

Dalla profonda amicizia che legava i due Gino sono nati vini mitici, tra i quali il Merlò della topa nera, Le Idee hanno sete, e tanti altri.

Si annoverano tra i cittadini Montecarlesi pure due sinuose, belle e affascinanti fanciulle: fanno coppia sul lavoro, assieme gestiscono quel piccolo paradiso del gusto e del relax che porta il nome di Enoteca La Torre.

Tale deliziosa trattoria di campagna è situata proprio all’interno della fattoria La Torre, una tra le aziende produttrici di ottimi vini del comprensorio vitivinicolo Montecarlese.

Le Thelma e Louise della ristorazione Italiana si alternano alla guida della cucina per sei mesi a testa; se siete fortunati, riuscendo a trovare posto (cosa per nulla scontata), troverete una delle due belle e competenti fanciulle intenta a servire ai tavoli. Dunque godetevi la cena, ma prenotatevi subito per la visita in cucina!

Dalla cucina escono piatti della memoria storica lucchese e non solo. La Chiara è figlia del noto e bravo macellaio Piero Gambacorti; la Betty – è una vera figlia d’arte-suo padre era Gianpiero Gemignani, il grande patron del Solferino, di Lucca e della Cascina Gobba di Milano.

Gianpiero Gemignani è stato un grande e stimato chef, il suo ristorante di San Macario, Lucca, era un tempio della gastronomia Italiana. Al suo tavolo si sono seduti tutti, dai gourmet più importanti del mondo, ai reali Inglesi, agli operai che amavano tanto frequentarlo; il Solferino ospitava tutti, nella sua geniale e visionaria semplicità ti sapeva accogliere coccolare come pochi altri sapevano fare.

I piatti portano nomi evocativi: la scarsella, gli spaghetti alla Beppe, il fritto di pollo e coniglio, il pollo al mattone, i tordelli lucchesi, la torta di erbi, il coniglio ripieno.. Molti di questi piatti sono ricette originali che Betty, coadiuvata dalla mamma Cesarina, ripropone con amore in onore del grande papà.

La mamma Cesarina, poi, è maestra indiscussa dell’arte del Tordello. I suoi tordelli lucchesi sono un archetipo di tale ricetta: la pasta tirata a mano, il ripieno, le carni migliori e le erbe ricercate con cura nei poggetti dei vigneti adiacenti alla fattoria.

All’ Enoteca la Torre è di casa iI convivio – quest’ arte sconosciuta!- Chiara e Betty sanno creare con tanta sapienza un luogo di elezione: alla Torre tutto scorre lento, felice, sereno. Il tempo si ferma come in un frame felliniano di Otto e mezzo, ballano il valzer uomini, donne, viandanti e mercanti.

Il ballo è festa, è aggregazione, e allora.. balliamo, anche in questa edizione di Maialando Maialando, si danzerà in compagnia di Onda acustica, alternando con le vibrazioni magiche delle note del grande trombettista Roy Paci! Si esibiranno, inoltre, due prestigiosi damerini: in “tuta adamitica” vedremo nientemeno che lo Chef Cristiano Tomei, alla prese con la cottura tribale di buca e fuoco, e il detentore della “cucina bruta”, Damiano Donati, che si cimenterà con l’Asador di maiale. Alle tavole del maiale, la ormai mitica macelleria Angelini di Pieve Fosciana; alla gota e al bollito il grande Piero Gambacorti.

Racconto in anteprima della festa che verrà.

Vi attendiamo a Maialando Maialando.

 

Tutte le fotografie sono di Lido Vannucchi

 

Indirizzo

Enoteca – ristorante La Torre

Via Montecarlo 7 – 55015 Montecarlo (Lucca)

Tel: +39 0583 229495

Mail: ristorante@fattorialatorre.it

Il sito web dell’ enoteca – ristorante La Torre

Commenta

Please enter your comment!
Please enter your name here