Mauro Colagreco e la sua cucina “New Natural”

Il Mirazur di Mauro Colagreco. Un ristorante di alta classe, di alta cucina, con piatti belli da guardare e da mangiare, godendosi uno dei panorami più belli della Costa Azzurra.

0
14
La Storia

La Cucina di Mauro Colagreco

Conosco Mauro Colagreco da ormai sette anni, e cioè da un mese dopo che aprì questo locale e dopo che un uccellino mi disse semplicemente: vacci! Però nonostante la confidenza, dirgli che vorrei spostare il suo ristorante di là della frontiera, anche solo idealmente, non me la sento.

Farei così: Mirazur, Mauro Colagreco, alla Frontiera di Ponte San Luigi, Ventimiglia. Senza specificare se di qui o di là, anche perché ci è mancato poco che l’architetto progettasse questo bellissimo padiglione vetrato a cavallo della linea di demarcazione che ci ha tagliato fuori da una Bonaparte di civilizzazione. Quella che oggi consente a Mauro, alla ottava riapertura del Mirazur, di avere 40 giorni d’attesa per le prenotazioni. Pranzo e cena, per 40 – 50 coperti a servizio. Due stelle assegnate dalla Michelin e l’affiliazione alla catena Relais & Chateaux qui sono cose che valgono, perché se stai anche con un solo piede in Francia il riconoscimento da parte del pubblico, se telo meriti, è diverso rispetto alla Liguria.

I Piatti

L’evoluzione della cucina di Mauro in questi anni ha subito in partenza qualche moda del momento, attratto da qualche diavoleria tecnologica frutto della sperimentazione e del confronto tra gli chef contemporanei che si incontrano spesso a congressi e convegni al vertice.

Carpaccio gascon, pommes, sauce agrumes

Ma con il tempo il fil rouge  che contraddistingue la sua cucina si è meglio delineato intorno ai prodotti che lo circondano, a partire da quello che è disponibile stagionalmente nel vasto orto coltivato raggiungibile a piedi dal ristorante in cinque minuti.

Fruits de mer

Zucchine trombetta, rape, pomodori, asparagi, barbabietole, carote, zucche, limoni e gli altri agrumi della Riviera; oltre a germogli e fiori edibili, sempre pronti a rialzare e colorare felicemente ogni piatto, a seconda se ci troviamo in primavera, in estate o in autunno. Le tre stagioni nelle quali il Mirazur  è aperto.

Oeuf de poule, texture de topinambour et truffes noires

Quindi l’argomento centrale sarà la stagionalità degli ortaggi, trattati con sapienza e originalità, perché non dimentichiamo che Colagreco ha lavorato a Parigi con un Maestro del Vegetale (Alain Passard dell’ Arpege). Nel suo curriculum anche il compianto Bernard Loiseau, altro grande interprete di una cucina però più borghese.

Bonite, arlequin de choux e agrumes de menton

Con la maturità anche Mauro ha arrotondato le sue acidità e smussato diversi toni acuti e amari che ne hanno caratterizzato i primi anni di attività, elementi fondamentali per non fare una cucina ruffiana e noiosa ma che vanno intesi anche in termini più borghesi, meno estremi, per poter raggiungere il bersaglio di un maggior numero di palati. Palati forse più gourmand che gourmet.

Veau roti … purè de panais a la vanille et cacao de l’amazonie

Quindi le cremosità e le suadenti basi su cui si posano carni  o pesci non offenderanno i palati meno estremisti, consentendo a questo Mirazur di godere della presenza di una clientela più vasta e che già di fronte a queste composizioni, comunque contemporanee, già si stupisce del tanto ardire.

Tarte au citrons, glace vanille, gelée citron vert

Servizio e cantina, così come l’apparecchiatura della tavola e l’utilizzo di stoviglie particolarmente studiate per ogni singolo piatto, fanno si che il cerchio si chiuda attorno ad un vero Relais Gourmand.

Un ristorante di alta classe, di alta cucina, con piatti belli da guardare e da mangiare, godendosi uno dei panorami più belli della Costa Azzurra.

Indirizzo

Restaurant Mirazur
30, avenue Aristide Briand – 06500 Menton
Tel.: +33 (0)4 92 41 86 86
Email : info@mirazur.fr

Sito web del ristorante Mirazur

Commenta

Please enter your comment!
Please enter your name here