Tommy Banks: “Chiudo il mio ristorante di domenica per far svagare lo staff”

Lo chef stellato Tommy Banks ha deciso di modificare gli orari di apertura di uno dei suoi ristoranti nel North Yorkshire, the Black Swan, per consentire ai dipendenti di trascorrere la domenica in famiglia.

0
246
@Gemma Bell and Company
La notizia

Tommy Banks ha annunciato che il suo ristorante stellato The Black Swan a Oldstead chiuderà la domenica. Lo chef, proprietario di un gruppo di ristoranti, ha affermato di aver maturato questa decisione per preservare il benessere e la salute dei dipendenti.

@Bruce Rollinson

The Black Swan (situato nel North Yorkshire), che prima apriva dal mercoledì alla domenica compresa, adesso sarà a disposizione dei clienti dal martedì al sabato, mentre la domenica sarà dedicata al riposo dello staff. Il noto ristorante dispone anche di alcune camere, allo scopo di ospitare i dipendenti che hanno necessità di pernottare in modo da evitare lunghi viaggi notturni per rientrare nelle rispettive case. Ma per Banks non era abbastanza.

Cerchiamo costantemente di fare le cose in modo diverso, nei ristoranti dello Yorkshire. Il nostro può essere un settore impegnativo e l’equilibrio tra lavoro e vita privata dei dipendenti viene facilmente compromesso dal poco tempo libero. Chiudere The Black Swan la domenica consente al nostro team di ricaricarsi durante il fine settimana con la famiglia, gli amici e gli affetti: qualcosa che so essere cruciale per lo sviluppo personale e professionale”.

Non è la prima volta che lo chef decide di adoperarsi in tal senso; infatti, all’inizio del 2022 il team ha lanciato The Ainsworth & Banks Exchange in collaborazione con lo chef stellato Paul Ainsworth. Si tratta di un programma di scambio che consente ai dipendenti dell’azienda di poter provare i ristoranti di un altro gruppo. L’iniziativa tende a promuovere la crescita del team e il successo di quest’anno ha fatto sì che si optasse per il prolungamento del piano anche per il 2023.

@Mark Pinder, Guzelian

 Fonte: boutiquehotelier.com

Trovi qui l’articolo cliccabile

Foto di copertina: Gemma Bell and Company