Mensana, la masseria che cucina solo piatti del Sud a Roma

A Roma ha da poco aperto Mensana Masseria Urbana, un locale che consente a chi lo sceglie di intraprendere un viaggio trasversale tra le regioni del Sud Italia senza spostarsi dalla città eterna.

0
62
Mensana Masseria Urbana

Da Mensana c’è ciò che ci si aspetta da una masseria e anche qualcosa in più. Una cucina tipica meridionale e una location in cui si percepisce la calma e la spensieratezza del nostro sud in un angolo verde a due passi da via Tiburtina. Matteo Castorina, Leonardo Orchi, Giuseppe Ranaldo e Luca Tafuro hanno trasformato una villetta di quartiere in un locale in cui la sostanza prevale sulla forma.

La masseria  

Appena varcata la soglia ci si sente immediatamente accolti e si ha subito la sensazione di poter vivere l’esperienza culinaria in un ristorante all’interno della città che, per pace e serenità, non ha nulla da invidiare all’aperta campagna. Quanto al format, il nome “Masseria Urbana” è perfettamente azzeccato e non delude le aspettative degli ospiti.

Toni chiari e rilassanti per pareti e pavimento, tavoli in legno naturale e elementi di arredamento che conferiscono all’insieme un tocco divertente e personale, come la testa di donna colorata utilizzata come vaso per i peperoncini o le foglie di fico d’india appese alla parete che separa una parte della sala dall’altra.

Il punto forte di Mensana è lo spazio esterno in cui drappi bianchi e cuscini, che riprendono e rispettano i colori delle piante e della natura circostante, conferiscono al locale il titolo incontestato di masseria.

La cucina

Il servizio segue la scia della classica, ma non scontata, ospitalità del sud. La sala è sorridente e cortese: nota di merito per la restaurant manager Francesca Nuzzaci, che coccola i clienti con simpatia spontanea e professionalità tali da far pensare sia nata esclusivamente per svolgere questo lavoro. I grandi classici meridionali sono i protagonisti indiscussi della cucina, che ha un’unica missione: prepararli e interpretarli tralasciando le ultime tendenze e seguendo una moda senza tempo: la ricerca della qualità.

Una ricerca che, a poco più di un mese dall’inaugurazione, può già ritenersi compiuta. Ai fornelli Ugo Colafrancesco, un ragazzo tutto passione per la cucina che ci racconta di voler riportare in auge la cultura dei piatti buoni com’erano quelli di una volta; quindi la filosofia è questa: mai lesinare sul livello delle materie prime, né sulle quantità, che devono essere atte a soddisfare palato e stomaco.

Tra gli antipasti non si può non menzionare il Pulpu Vugghiutu, polpo cotto al vapore con olive, capperi, pomodori e cipolla di Tropea, piatto semplice che stupisce il palato per la freschezza del mollusco e l’ottima realizzazione di cottura e abbinamenti.

Poi, la focaccia pugliese al padellino, croccante e saporita, perfetta da dividere tra i commensali di una tavolata per accompagnare il pasto in maniera più lieta, e Lu pisci spata, involtino di spada ripieno di provola, pomodori secchi e olive reso ancora più gustoso da una crema di melanzane che rende il morso setoso e completo.

Con i primi piatti si entra a gamba tesa nelle tradizioni più intime e antiche delle case del sud. Si inizia dalla Puglia con delle ottime orecchiette alle cime di rapa, per proseguire con i Ravioli della domenica ripieni di arrosto su una crema di ricotta in cui presentazione e sapori rendono l’insieme davvero piacevole. Ultimo primo, ma non per importanza, le penne alla genovese, pietanza che da tempo immemore rallegra le case napoletane nei giorni di festa e non solo.

Non si poteva chiudere il trittico delle prime portate in modo migliore. Prima di concludere con l’assaggio dei dolci, che con un pasticciotto scomposto e una torta caprese ci consentono di toccare le coste salentina e campana, è il momento del Calamaro ‘mbuttunato servito su una crema di piselli. Il ripieno sapido viene stemperato dalla crema, più delicata, e insieme l’accoppiata funziona benissimo.

Mensana è la masseria urbana in cui non c’è solo Puglia, ma tutti i piatti più evocativi della nostra Italia meridionale; di una terra calda e ospitale in cui, inevitabilmente, si lascia il cuore quando ci si va, oppure quando, come in questa occasione, un locale appena aperto a Roma ne ricrea i sapori e i gusti in maniera ineccepibile.

Foto: Crediti Alberto Blasetti

Indirizzo

Mensana Masseria Urbana

Via di Pietralata, 138b, 00158 Roma RM

Telefono: 334 994 3965

Sito web