Dani García: “Con 2 stelle Michelin non arrivavo a fine mese”. Lo chef si racconta

Dani García svela i motivi che lo portarono a chiudere un ristorante a tre stelle Michelin. Ma le sue attività fervono e spera già di recuperarle a Madrid presso Smoked Room, “il mio miglior ristorante di sempre”.

0
105
La notizia

Si è molto parlato delle scelte di Dani García, quando nel 2018, appena incassate le tre stelle, decise a sorpresa di chiudere il suo ristorante di Marbella (qui spiega la sua idea di alta cucina “accessibile a tutti”).Non sono mai riuscito a capire perché la mia scelta abbia esercitato un simile impatto”, ha dichiarato in un’intervista televisiva. “Quando una persona agisce per la sua felicità, senza danneggiare nessuno, sta esercitando un suo diritto. So bene che le tre stelle sono il massimo e che ne esistono solo 130 in tutto il mondo. Ma per quanto le abbia sognate, le ho realizzate. Il problema è mantenerle. E me la vedevo grigia. L’alta cucina mi ha dato tutto, ma la vita è molto di più”.

Crediti Smoked Room

La scelta è stata dolorosa, proprio perché spesso fraintesa: García lamenta di avere perduto molti amici e di non essere stato compreso. “Qualcuno pensa che sia contro l’alta cucina. Che non sia più dei loro. Si immagina cosa mai accadute”, lamenta. Per esempio, con la Michelin non c’è mai stato alcun problema (altrimenti ne avrebbe pagato le tangibili conseguenze): dopo l’annuncio, per quanto sgradito, gli fu semplicemente chiesta un’intervista in anteprima.

Crediti Madre

Ci sono stati momenti durissimi. Avevo due stelle Michelin, uscivo sui giornali e davo interviste ogni giorno… ma poi non arrivavo alla fine del mese. Il nostro lavoro non è come giocare a calcio. Puoi avere successo e subire un tracollo finanziario. Non c’è una regola del tre. Può bastare un problema di gestione. Il fatto di avere il ristorante sbagliato nel posto sbagliato o nella cultura sbagliata. È molto facile perdere soldi nell’hôtellerie. Quando ti va bene, puoi guadagnare molto. Ma quando perdi, è facilissimo perdere altrettanto”.

Smoked Room

Ora però è tempo di bilanci e quello dello chef andaluso non può che essere ampiamente positivo: sono 14 i ristoranti che ha aperto nel mondo dal 2018, ma nel prossimo futuro saranno ancora di più. Bibo ha sei sedi, poi ci sono i delivery della Gran Familia Mediterranea, Dani Brasserie, i ristoranti Leña e Babette, con una proposta di cucina classica francese; prossimamente La Chambre Bleue a Parigi e il ritorno a Tragabuches, dove Garcia conquistò la sua prima stella. Smoked Room, in particolare, con il suo concept griglia + affumicati, ha ricevuto due stelle in un colpo solo, come non succedeva in Spagna dal 1936. Ma per Garcia è il suo miglior ristorante di sempre, meritevole del punteggio pieno.

Fonte: cadenaser.com

Trovi qui l’articolo cliccabile

Foto di copertina: Crediti Ristorante Madre