“Ho aperto i miei ristoranti con Robert De Niro: ora viaggio 10 mesi all’anno”. Il re del sushi Nobu Matsuhisa: “Non andrò mai in pensione”

Tra i suoi clienti, Nobu Matsuhisa può vantare molti vip, come Brad Pitt, Elton John e Kate Moss. Ma la sua carriera è iniziata con una “stella” d’eccezione, Robert De Niro. Il sushi king racconta come ha conquistato i palati più esigenti di Londra.

0
212
La notizia

Cosa fa la differenza in cucina? Una tecnica perfetta, l’ingrediente estremo, un team di professionisti? Secondo lo chef Nobu Matsuhisa, tutto questo, ma soprattutto il cuore: proprio nel corso del 2022, il sovrano indiscusso della cucina giapponese a Londra raggiungerà il traguardo di 25 anni dall’apertura del suo primo Nobu in Europa. Quasi trent’anni, però, dalla prima volta che ha avviato la sua carriera negli States, precisamente a New York e con un partner d’eccezione: Robert De Niro.

Getty Images

Nobu Matsuhisa si è recentemente raccontato in un’intervista approfondita, dove ha avuto modo di ripercorrere le tappe fondamentali della sua carriera: amava sin da bambino la cucina, guardava spesso sua nonna e sua madre preparare riso e pesce, ed è grazie al fratello che ha coltivato la passione e la curiosità verso il sushi. Inizia a lavorare all’età di 17 anni al Matsuei-sushi di Tokyo, dove lava per lo più i piatti e fa le consegne a domicilio, ma appena può osserva, studia ogni movimento dei master sushi.

Crediti Ristorante Nobu

Con il tempo diventa sushi chef al Matsuei-sushi, creando piatti che fondono lo stile della cucina giapponese con quello di altre culture. Ma oltre all’estro nell’arte del sushi, è il cinema che fa decollare la sua carriera: “Quando ho aperto Matsuhisa a Los Angeles, Robert De Niro ha particolarmente apprezzato il mio miso di merluzzo nero e dopo la cena mi ha chiesto di unirmi al suo gruppo per un drink”, ha spiegato Matsuhisa. “Questa è stata la nostra prima conversazione. Tornava ogni volta che era a Los Angeles, portava suoi amici o il suo agente. Dopo un po’, mi ha suggerito di aprire un ristorante insieme a New York, ma Matsuhisa era attivo solo da un paio d’anni e non mi sentivo pronto per aprire un ristorante da qualche altra parte. Volevo prima concentrarmi sul renderlo un successo. Quattro anni dopo ho deciso che il momento era arrivato, Bob mi ha richiamato e abbiamo firmato un contratto di partnership. Abbiamo aperto così il nostro primo ristorante a New York nel 1994.”

Piatto di Matsuhisa Beverly Hills

Matsuhisa, oltre che chef, diventa anche un attore: ha una parte nel film di Martin Scorsese, Casinò, cui partecipa anche il celebre Robert De Niro. I due lavorano bene insieme e, dopo tre anni, il grande successo raggiunto negli USA convince Matsuhisa di aprire un locale anche a Londra: “Quando abbiamo aperto Nobu a Londra, la città era molto diversa da adesso dal punto di vista della proposta gastronomica, soprattutto per i ristoranti giapponesi”, ha raccontato Matsuhisa. “Siamo stati tra i primi a portare il nostro stile di cucina giapponese a Londra. Un mio cliente in America è rimasto scioccato quando ha scoperto che aprivo nel Regno Unito, perché la piazza gastronomica londinese non era così “alla moda” in quel momento. Oggi, 25 anni dopo, a Londra ci sono molti tipi di cucina e molto buon cibo da gustare.”

Crediti Nobu

Ora, con oltre 50 locali sparsi nel mondo e firmati col suo nome, Matsuhisa sa già per certo che non intende fermarsi: “Amo ancora cucinare, a casa e nei ristoranti”, svela lo chef. “Il mio posto preferito è Los Angeles, dove vive la mia famiglia. Trascorro 10 mesi all’anno in viaggio, quindi è bello passare del tempo con i miei nipoti. Mi ‘spengo’ completamente quando sono a casa. Ho anche una casa ad Hakone in Giappone dove mi piace andare a rilassarmi. Ma quando viaggio, mi piace incontrare gli chef di tutti i ristoranti e gli hotel in cui vado e provare a insegnare loro le tecniche corrette. Non credo che sarò mai pronto per andare in pensione.”

 “Mi sento così fortunato di aver potuto visitare così tanti paesi, penso ai posti in cui non sono stato ancora e non vedo l’ora di sapere cosa accadrà e dove sarò nel mio futuro”, conclude Matsuhisa. “Abbiamo molte interessanti aperture in arrivo in tutto il mondo, hotel e ristoranti. Ci sono molte cose che prendiamo in considerazione quando apriamo una nuova sede, incluso lo spazio fisico e la proposta gastronomica locale. Spesso abbiamo partner con cui già lavoriamo che hanno trovato una buona opportunità in una nuova città o paese. Cerchiamo sempre di capire la cultura locale ovunque andiamo. Perché la cucina giapponese, proprio come Tokyo, è in continua evoluzione.”

Crediti Four Seasons Hotel Doha

Fonte: countryandtownhouse.co.uk

Foto di copertina: Crediti Erik Kabik