Il piatto stellato italiano che ha scatenato una polemica mondiale: i Bros’ svelano il senso e la ricetta di Limoniamo

Rompere una barriera, trasgredire con i gesti e le idee. Questo l’obiettivo di Floriano Pellegrino, ideatore del piatto Limoniamo, fra i più discussi di sempre dalla stampa estera e nazionale. Per chiarire ogni dubbio, lo chef di Bros’ ci ha raccontato come è nato e come si prepara. Pronti a scoprire la ricetta?

0
2145
Limoniamo dei Bros': la ricetta

La storia

Spuntano nuovi registri espressivi nel filone dei piatti che si consumano senza ausilio di posate, vecchia conoscenza della cucina d’avanguardia (basti pensare al ventennale Cyber eggs di Davide Scabin, ben prima del Gioccolato di Alajmo e di Lick it up di Gaggan).

C’è il romanticismo struggente del Mugaritz, dove Andoni Luis Aduriz invita a succhiare un’insalata da un profilo in porcellana, quasi una metafora del cibo come amore e conoscenza erotica; e c’è Limoniamo dei Bros’, che impiega il medesimo immaginario in chiave goliardica.

Foto dal sito di Luigi Partipilo

La ricetta è tecnicamente semplicissima e gustativamente familiare, ma punta tutto sull’effetto psicologico della modalità di fruizione. Ce lo illustra Floriano Pellegrino: “L’idea di Limoniamo è nata due anni fa dal desiderio di interagire sempre più strettamente con i nostri clienti. Come farlo? Ci siamo posti varie domande. Uno dei nostri obiettivi era creare un effetto ludico con alcuni piatti che volevamo introdurre nel menu. Quindi abbiamo deciso di produrre un calco delle labbra mie e di Isabella, per creare un’interazione accattivante.

 La ricetta

L’idea nasce dal concetto dell’innamorarsi a prima vista, che nel nostro caso si tramuta nell’innamorarsi a primo bacio. Quest’idea cerca anche di creare un legame con i clienti attraverso un gesto intimo. Altro obiettivo è quello di rompere una barriera, quella del pudore, e suscitare di conseguenza domande e perplessità. Trasgredire con i gesti e le nostre idee”.

Il risultato finale è praticamente un intermezzo/sorbetto, con il limone solo nel titolo e un altro agrume, l’arancia, associato al pomodoro. Al momento si posiziona all’inizio del pasto, ma è un jolly che si può spostare. L’abbinamento? SoloUva, Franciacorta Brut Rosé da pinot nero in purezza, o lo spumante Belen Principiano da uve barbera.

Limoniamo- Spuma di arancia e San Marzano

Ingredienti

50 g di San Marzano

200 g di succo di arancia

15 g di zucchero

2 g di Xantana

Procedimento

Mescolare tutti gli ingredienti e frullare con il Minipimer. Scolare e introdurre nel sifone. Caricare con due cartucce e riporre in frigorifero. Servire nei contenitori appositi.