Il fine dining milanese conquista la Francia: Langosteria apre nell’hotel del tristellato Arnauld Donckele nel nuovo Cheval Blanc Paris

Ha aperto a Parigi il primo ristorante del gruppo Langosteria fuori dai confini italiani, nello stesso hotel cinque stelle scelto dal tristellato Arnaud Donckele per inaugurare il suo nuovo fine dining Plénitude.

0
69
La notizia

 Nel quartiere più vivo di Parigi, dove lusso, piacere ed eleganza si incontrano sopra le rive della Senna, è stato inaugurato un nuovo ristorante del Gruppo Langosteria: l’8 settembre ha aperto infatti un locale del brand in una posizione di eccellenza, all’interno dell’Hotel Cheval Blanc Paris.

Crediti Cécile & Guillaume

Con solo 72 camere più suite su 10 piani, il nuovo hotel è stato ricavato da un fiero edificio Art Déco affacciato sul Pont Neuf, il ponte più antico di Parigi, inaugurato nel 1607 da Enrico IV. È la prima sistemazione a cinque stelle del Gruppo LVMH nella capitale, un altro traguardo che si aggiunge alla sua costellazione di eccellenze. Basti pensare che in un altro Cheval Blanc, quello di Saint-Tropez, si trova il ristorante tre stelle Michelin La Vague D’Or, il fine dining dello chef Arnaud Donckele.

Crediti Cécile & Guillaume
Crediti Cécile & Guillaume
Crediti Cécile & Guillaume

La nuova Maison di Langosteria si incastona proprio qui, nel settimo piano dell’hotel parigino, di fronte a una vista panoramica mozzafiato che abbraccia tutta la Ville Lumiére. Gli interni del ristorante hanno seguito la firma dell’architetto americano Peter Marino, che ha ultimato il travagliato lavoro di restauri che per più di 15 anni hanno interessato lo storico complesso. Il design di Langosteria a Parigi rispetta le linee guida di stile presenti anche negli altri ristoranti del Gruppo, a partire dal layout della sala con il tipico incrocio di corridoi, il banco bar, il raw bar con la sua vetrina e la vista sulla cucina.

Il cavallo (bianco) di battaglia che Langosteria porterà allo Cheval Blanc sarà un fine dining che combina la tradizione italiana con un approccio contemporaneo e internazionale, selezionando i migliori ingredienti da ogni parte del mondo. Nuovi piatti nel menù parigino saranno affiancati da piatti signature dell’identità culinaria del Gruppo come il leggendario King Crab 2007 – Special Edition.

King Crab 2007 – Special Edition

Sono felice di dare il via a questo nuovo progetto, proprio nella città dove ho cominciato a sognare la prima Langosteria”, ha commentato Enrico Buonocore, CEO e Fondatore del Gruppo Langosteria. “Una sfida stimolante che approcciamo con la passione di sempre sicuri di portare anche a Parigi il ritmo della nostra cucina.”

Linguine con bottarga di tonno e crudo di scampi al lime
Pansoti di Santa Margherita Ligure con salsa agli scampi
Pappa al pomodoro e vongole

A fianco di Langosteria, ci sono altri ristoranti di eccellenza: sempre al settimo piano dell’Hotel Cheval Blanc di Parigi, è possibile trovare Le Tout-Paris, una brasserie aperta a tutte le ore del giorno e della sera, per godersi Parigi nella sua essenza più moderna, mentre al piano terra c’è Limbar, il ristorante “boulangère et pâtissière” di Maxime Frédéric, punto d’incontro privilegiato per gli ospiti dell’hotel e passanti esigenti.

Crediti Cheval Blanc Paris
Crediti Plénitude
Crediti Plénitude
Crediti Plénitude

Ma Langosteria condivide lo spazio anche con una cucina tristellata: al primo piano di Cheval Blanc di Parigi, infatti, ha preso posto Plénitude, il ristorante gourmet guidato dallo chef Arnaud Donckele, giovane volto che si è già guadagnato premi e riconoscimenti prestigiosi grazie alla sua cucina appassionata e arricchita da ricordi d’infanzia. Una cucina elegante pur nella sua semplicità, come lui stesso ha ribadito “gli ingredienti essenziali di una ricetta sono il cuore e l’affetto: cucinare è un atto d’amore, di generosità”.

Fonte: foodandsens.com

Foto ambienti: Crediti Langosteria