“Giornalisti e blogger non sanno quanto è dura stare in cucina: criticano e basta”. Lo chef Guillaume Sanchez ha parlato

In un post su Instagram l’enfant prodige della ristorazione francese Guillaume Sanchez accusa la stampa “assassina” di giudicare gli chef senza averne le competenze.

0
320
La Notizia

Basta, Guillaume Sanchez non ce la fa più a starsene zitto e subire le recensioni negative della “stampa assassina”. Così lo chef del ristorante NESO di Parigi, una stella Michelin, in un post al vetriolo sul suo profilo Instagram dice la sua cercando di mettere in riga certi giornalisti che a suo dire approfittano della loro posizione per giudicare gli chef senza averne la competenza.

Qua e là vedo la “stampa” aprire bocca su chi merita o meno di lavorare in un ristorante, su chi è capace di trasmettere emozioni ai loro palati. Vedo scrivere i giornalisti del ristorante dove hanno mangiato, ma non in modo libero, perché si appoggiano sempre alla stessa agenzia di comunicazione con l’obiettivo di diventare “popolari”. Li vedo rimanere incollati al telefono durante un pasto e chiedere del pane per tenerlo in piedi mentre si scattano una foto o guardano una partita, senza concentrarsi sul cibo”.

Crediti guide.michelin.com

“Li vedo partecipare a cattive trasmissioni, li vedo chiedere di ripubblicare il post che hanno appena fatto sul nostro lavoro (perché capisci, “sono appena entrato nel giro e ho bisogno di follower”), li vedo alzarsi dal tavolo senza chiedere il conto, li vedo denunciare persone che passano la vita a lavorare duramente dietro i fornelli, per passione e per paura di una cattiva opinione”.

“Li vedo scrivere delle scelte che un imprenditore può fare durante la crisi giudicando senza saperne la ragione. Da quando abbiamo deciso di cucinare per queste persone? Non mi accorderò più con la stampa per comunicare i nostri messaggi: da oggi in poi, se avete domande, le risposte le troverete nei miei piatti. Con tutta la mia brigata riapriremo il ristorante il 6 settembre, dopo 1 anno di chiusura. Lo faremo per noi, per i produttori con cui collaboriamo e per i nostri clienti che amano vivere la cucina. Per nessun altro”.

Fonte: foodandsens.com

Foto dello chef: Guillaume Sanchez official page (Facebook)