5000 euro per un hamburger: in Olanda il panino più costoso al mondo con oro, gamberi e tartufo

L’Hamburger più costoso al mondo si fa in Olanda ed è frutto dell’estro creativo dello chef Robert Jan de Veen. Costa 5000 euro, ma per una buona causa!

0
514
Crediti The Dalton Voorthuizen
La Notizia

Passaggio di testimone per l’hamburger più costoso al mondo. Se fino a qualche giorno fa questo titolo era detenuto dal Fleur Burger dello chef francese Hubert Keller, venduto al prezzo di 4.000 euro, oggi il va al Golden Boy, l’hamburger dello chef olandese Jan de Veen, per cui è necessario sborsare ben 5.000 euro (una cifra ancor più esorbitante di quelle delle patatine più costose al mondo).

Nel suo ristorante De Daltons, non lontano dalla provincia di Gelderland nei Paesi Bassi, lo chef ha tentato di innovare la cucina locale in modo un po’ estremo, facendo della sua pietanza più apprezzata- un semplice hamburger con materie prime di qualità- un prodotto ricercato, lussuoso e, di conseguenza, esclusivo.

Il Golden Boy decorato con foglia oro

Il Golden Boy, dicevamo, viene preparato utilizzando gli ingredienti più pregiati disponibili sul mercato: tartufo bianco, foglia d’oro, granchio dell’Alaska, salsa barbecue a base di caffè Kopy Luwak, caviale Beluga, formaggio cheddar di Wyke Farms, maionese all’uovo d’anatra, spalla iberica spagnola, anelli di cipolla pastellati nel panko giapponese, whisky Macallan Rare Cask e manzo Wagyu A5. L’impasto del pane è a base di champagne Dom Pérignon ed è ricoperto con una lamina d’oro; poco prima di essere servito, dopo un’attenta lavorazione di nove ore, viene affumicato con whisky.

Lo chef Jan de Veen

Lo chef ha impiegato cinque mesi per elaborare questo hamburger e il suo primo assaggiatore, Robert Willemse, presidente della Royal Dutch Food and Beverage Association, garantisce che ciascun ingrediente si sposa divinamente con gli altri.

Un altro panino gourmet in menu al De Daltons

Il Golden Boy ha un diametro di 15 centimetri e un peso di 800 grammi. Per gustarlo è necessario prenotare al ristorante De Daltons con un anticipo di due settimane oltre a versare un acconto di 635 euro. A differenza di quello che si potrebbe pensare lo scopo di questo hamburger da record non è quello di arricchire le tasche di chef Jan de Veen, ma il fine è altruistico: il ricavato, infatti, sosterrà i Banchi Alimentari impoveriti dalla crisi causata dalla pandemia.

Foto: Crediti De Dalton Voorthuizen (pagina ufficiale)

Fonte: lavanguardia.com