Tsuta, il primo ristorante ramen del mondo 1 stella Michelin, apre a New York

Aprirà alla fine dell’estate, a New York, una nuova succursale americana di Tsuta, il primo “Ramen restaurant” premiato dalla Rossa. Nel menù Yuki Onishi, lo chef, firma anche un'opzione veg.

0
67
La Notizia

Aprirà alla fine dell’estate, a New York, una nuova succursale americana di Tsuta, il primo “Ramen restaurant” al mondo a ricevere una stella Michelin. Questa prelibata pietanza, importata in Giappone intorno al XVII secolo da un monaco cinese, è oggi uno dei piatti simbolo della cultura gastronomica del Paese del Sol Levante. 

Il locale di New York City sarà la seconda location di Tsuta negli Stati Uniti e sarà ricavata all’interno di un nuovo spazio commerciale a Dumbo (Down Under Manhattan Bridge Over There), l’affascinante distretto che sorge proprio sotto degli enormi piloni che sorreggono appunto il Manhattan Bridge. È possibile quindi immaginare quale sarà la scenografica vista che dalle vetrate di Tutsa gli avventori potranno gettare sugli scorci del quartiere, che spesso ha fatto da quinta romantica alle commedie di Woody Allen.

Così come è possibile immaginare il risucchio che gli stessi avventori saranno invitati a fare in sala, gustando il ramen. Altrimenti cuoco e personale di sala, senza questa nota rumorosa, penseranno che il piatto, pur avendo ricevuto una stella Michelin in patria, non sia di gradimento dei clienti. 

Gli arredi e il design della location sono a cura di Avdoo & Partners, che consegneranno il locale alla fine dell’estate. Situato accanto ad una caffetteria e ad un altro ristorante giapponese, Tutsa New York è l’avamposto giapponese della East Coast; mentre il primo locale americano era stato aperto a San Francisco nel 2019 con un grande lancio pubblicitario. Purtroppo è stato chiuso all’inizio della pandemia e ancora deve dimostrare tutto il suo potenziale. La nuova location di Dumbo potrà ospitare circa 40 persone all’interno e 15 all’aperto. Il co-proprietario di New York, Alan Lo, ha affermato che il ristorante aprirà solo quando la capacità di ristorazione tornerà al 100%.

Chef Yuki Onishi

Nel locale in 20 Old Fulton Street sarà possibile gustare il brodo shoyu, a base di salsa di soia dello chef Yuki Onishi, con dashi, gusci di vongole e olio al tartufo nero; il brodo di miso con olio di funghi porcini e pollo fritto, inzuppato di maionese giapponese; e il brodo di shio, fatto con olio al tartufo bianco e ro-su chashu, con contorno di maiale arrosto e salsa al burro. Data l’attenzione di molti newyorkesi alle diete prive di carne e considerato che nel ramen, oltre alle verdure, agli noodles di farina di frumento o di riso e al miso, sono presenti anche uova e carne di maiale, il menù includerà anche un’opzione vegetariana

New York naturalmente già accoglie molti ristoranti di ramen, tra l’altro qui ci sono alcuni dei migliori al mondo, ma il ramen di Tsuta, a base di salsa di soia, si distingue nettamente dagli altri che vengono serviti nel tipico brodo a base di maiale o di pesce. Insomma, il ramen dello chef Yuki Onishi è un unicum che ha portato il ristorante giapponese di Tokyo, con soli nove posti, ad ottenere nel 2015 una stella Michelin e a conservarla negli anni successivi. 

Fonte: Time Out New York