Come cenare in ristorante nonostante l’ultimo decreto, tra pernottamenti con cena e nuove formule take away

A seguito dell’ultimo Dpcm e dell’obbligo di chiusura alle 18, chef e gestori di attività si trovano a rimboccarsi le maniche e pensare a possibili soluzioni per sopravvivere. Ecco alcune idee e iniziative interessanti, tra take away, cene alternative e pacchetti cena/pernottamento.

0
229
Ristoranti e Hotel

Dal 24 ottobre scorso le attività ristorative, ricettive e di hospitality hanno subito un ulteriore, durissimo, colpo. L’ultimo DPCM, emanato per fronteggiare la seconda ondata di pandemia di Covid19, ha rappresentato l’ennesimo tsunami che ha investito la categoria, non solo dal punto di vista economico ma anche psicologico. La chiusura anticipata alle 18, l’impossibilità di effettuare il servizio serale, per molti significa chiudere definitivamente. Questo anche alla luce del sempre più diffuso utilizzo dello smart working da parte delle aziende e, di conseguenze, del quasi completo annullamento della pausa pranzo fuori casa o degli incontri di lavoro svolti a tavola. I ristoranti sono perlopiù vuoti, il loro incasso risulta irrisorio. E il clima di sconforto, paura e rabbia dilaga tanto da spingere i ristoratori a scendere in piazza per manifestare.

Ma non solo, ancora una volta chef e gestori di attività si trovano a rimboccarsi le maniche e pensare a possibili soluzioni per sopravvivere a questo ormai troppo lungo “incubo” senza soccombere. C’è chi punta sul delivery, chi a merende o colazioni, e chi ancora a pacchetti che comprendono la notte in hotel e la cena (questo perché i ristoranti degli hotel possono funzionare se i clienti sono gli ospiti che pernottano in struttura).

Insomma, diverse alternative messe in campo, come nel caso di “La Tavola” a Laveno Mombello, che accoglie a cena i clienti dell’hotel; Da Vittorio a Brusaporto arriva “at home”; Del Cambio a Torino punta sul nuovo menù e il brunch; Ristorante Opera di Torino che sposta l’atmosfera di relax della cena al pranzo, dilatando gli orari fino alla chiusura delle 18; La Pergola di Roma, che ha pensato a un pacchetto di lusso con cena tristellata e notte all’Hotel Cavalieri Waldorf Astoria; il ristorante La Preséf all’interno dell’agriturismo La Fiorida a Mantello (Sondrio), con un particolare room service e scontistiche per il pernottamento; l’Hotel Excelsior Gallia e il Ristorante Terrazza Gallia di Milano propongono un pacchetto cena e pernottamento luxury.

 

“LA TAVOLA” ACCOGLIE A CENA I CLIENTI DELL’HOTEL IL PORTICCIOLO

“La Tavola” a Laveno Mombello (1* Michelin), capitanata dallo chef Riccardo Bassetti, ha pensato di sfruttare la possibilità lasciata dal DPCM del 24 Ottobre di far cenare i clienti d’hotel nel ristorante della struttura. Così, in sinergia con l’albergo di famiglia Il Porticciolo, ha scelto di rimanere aperto tutti i giorni, anche nel servizio del pranzo, per gli esterni.

“Siamo un popolo di sognatori, di cuochi, di brava gente. Voglio vederla così. Voglio credere che questa tempesta passerà presto. Ci faremo trovare pronti e fin da ora abbiamo scelto di non chiudere, di non abbassare la saracinesca, di dare delle alternative” – ha sottolineato lo chef Bassetti.

Il sito web

 

RIPARTE DA VITTORIO AT HOME, KIT PACCHERI E BRUNCH NEL WEEKEND

Anche la storica famiglia Cerea non si ferma e con il Ristorante tre stelle Michelin Da Vittorio proseguirà con il servizio di pranzo e cena per gli ospiti del loro Relais&Chateaux La Dimora. Inoltre, ripristinerà il servizio delivery Da Vittorio At Home, proponendo tre menù tra carne, pesce e vegetariano più un menù speciale a base di tartufo, il tutto accompagnato da sfiziosità dolci e salate e la carta dei vini in abbinamento. Poi c’è l’opzione per chi ha voglia di mettere alla prova le proprie abilità culinarie e cimentarsi con il piatto simbolo della famiglia Cerea: il “Kit Paccheri”, che permette di riprodurre i golosi “Paccheri alla Vittorio”. Infine, dal prossimo 7 novembre, il sabato e la domenica saranno all’insegna del “Brunch in Campagna” negli spazi della Cantalupa.

Il sito web

 

DEL CAMBIO: NUOVO MENÙ STAGIONALE E BRUNCH

Chef Matteo Baronetto – Ristorante Del Cambio

Lo stellato Del Cambio a Torino aprirà, dal mercoledì alla domenica, dalle 12.30 alle 15.00, mantenendo la sua proposta d’eccellenza ma aggiungendo il nuovo menù stagionale dedicato al tartufo; il Bar Cavour proporrà il brunch sabato e domenica; la Farmacia Del Cambio, sarà aperta sette giorni su sette dalle 9.00 alle 18.00. Via anche a delivery e take away, sempre presso Farmacia del Cambio, dalle 9.00 alle 21.30.

Il sito web

 

AL RISTORANTE “OPERA” TUTTA L’ATMOSFERA DELLA CENA SI SPOSTA A PRANZO

stefano sforza opera torino

La proprietà del ristorante “Opera”, nella persona di Antonio Cometto, insieme allo chef Stefano Sforza e alla sua brigata, hanno deciso di puntare sul servizio del pranzo, aprendo le porte alle ore 12:30 e proponendo un orario continuato fino alle 18:00. Non solo, sarà possibile degustare i dolci di Opera nel corso del pomeriggio, abbinati a un calice oppure uno dei tè della carta, in una sorta di merenda alternativa. E perché no, anche fare un aperitivo, nel pieno rispetto delle regole, in sicurezza e con la garanzia di trovare il servizio e i sapori di sempre.

ristorante-opera

“Preferiamo indirizzare i nostri sforzi – sottolinea lo chef Stefano Sforzaverso una proposta che faccia sedere i clienti al nostro tavolo. Stiamo pensando ad una serie di novità che vadano a coprire l’intero arco della giornata. Torino e gli italiani tutti riusciranno ad adattarsi anche a queste nuove direttive. E siamo certi che la voglia di andare al ristorante non passerà”.

Il sito web

 

AL RISTORANTE LA PERGOLA, LA STAYCATION STELLATA DI HEINZ BECK

Una vera e propria serata da sogno, completa di pernottamento da “mille e una notte”. Questa è la sintesi della Staycation Stellata, un “pacchetto” che prevede la cena al ristorante tre stelle Michelin “La Pergola” abbinata a un pernottamento a prezzo speciale nelle camere o nelle suite dell’albergo Cavalieri Waldorf Astoria di Roma. Più in dettaglio, per chi ha già prenotato la cena il costo del pernottamento parte da 90 euro a seconda della tipologia di stanza scelta, mentre per chi vorrà prenotare la tariffa è di 850 euro per cena + camera per due persone (970 euro per un’eventuale secondo pernottamento aggiuntivo).

Il sito web

 

RISTORANTE “LA PRESEF” E AGRITURISMO LA FIORIDA: “FOODY ROOM AND DINNER”

Tra le tante idee interessanti messe in campo c’è anche quella del ristorante “La Preséf” a Mantello – SO (1* Michelin), dello chef Gianni Tarabini che si trova all’interno dell’agriturismo La Fiorida. La proposta è quella di un “Foody room and Dinner”, ovvero una gustosa cena gourmet servita come al ristorante ma in camera. Il pacchetto prevede cena, pernottamento e prima colazione con i prodotti dell’agriturismo, nonché una invitante offerta relax: il 50% di sconto sui bagni delle loro terme.

Il sito web

 

PACCHETTO “YOU STAY, WE CARE” PER L’HOTEL GALLIA DI MILANO E IL RISTORANTE TERRAZZA GALLIA

terrazza gallia milano

Anche all’Excelsior Hotel Gallia di Milano, il ristorante Ristorante Terrazza Gallia ha studiato iniziative particolari: condizioni speciali con il pacchetto “You stay, We care!”, che comprende il pernottamento in camera doppia con upgrade a camera Prestige, colazione e cena per due persone in Terrazza Gallia Bar con tre portate. In aggiunta, è stato ideato un menù del weekend – anche per bambini – e aperitivi tailor-made, tutti i giorni dalle 16.00 alle 18.00.

Il sito web