Le ciliegie più dolci del mondo: il clafoutis di Pierre Hermé, il più grande pasticcere vivente

Pierre Hermé, forse il più grande pasticciere vivente, ha voluto fissare la regola aurea di una ricetta alla portata di tutti, da servire tiepida o fredda con una spolverata di zucchero a velo.

0
247
La Ricetta

È la stagione delle ciliegie, appena qualche settimana per uno dei frutti più amati. In Francia, per la precisione nel Limousin, se ne ricava una torta rustica di facile preparazione: bastano una teglia imburrata, qualche frutto (originariamente non snocciolato, per una maggiore aromaticità) e una pasta da crêpes spessa. Pierre Hermé, forse il più grande pasticciere vivente, ha voluto fissare la regola aurea di una ricetta alla portata di tutti, da servire tiepida o fredda con una spolverata di zucchero a velo. Né mancano le varianti: alle ciliegie nere possono essere sostituite quelle rosse o altri frutti a piacere.

 

Ingredienti per 6 persone

500 g di ciliegie nere

125 g di farina

3 uova

3 dl di latte intero

100 g di zucchero semolato

1 presa di sale

Zucchero a velo

 

Procedimento

Privare del picciolo e sciacquare le ciliegie. Metterle in una ciotola con metà dello zucchero e fare macerare per 30 minuti.

Nel frattempo preriscaldare il forno a 180 °C.

Versare in una ciotola capace la farina setacciata, il resto dello zucchero e il sale. Mescolare e formare una fontana, sgusciare le uova nel centro, sbatterle e amalgamare delicatamente con la frusta, per evitare la formazione di grumi.

Unire il latte poco alla volta.

Imburrare una teglia (o diversi stampi individuali) e disporre sopra le ciliegie intere, poi distribuire l’impasto delicatamente.

Cuocere per 30 minuti nel caso di stampi individuali, 40 per la teglia. Fare raffreddare e spolverizzare di zucchero a velo.

Foto di copertina dolce: house&garden