Gordon Ramsay è tornato: riaperto il primo ristorante a Londra

Il celebre chef con un patrimonio stimato di circa 200 milioni di sterline, ha lasciato la sua villa in Cornovaglia per rientrare a Londra e lanciare l’apertura del suo ristorante The Narrow con una proposta di servizio d’asporto.

0
92
La Notizia

A dispetto del video irenico sul tramonto fiammante postato dal suo buen retiro in Cornovaglia, villa dal valore di oltre 4 milioni di sterline, acque tempestose continuano a minacciare Gordon Ramsay, chef il cui patrimonio viene stimato a circa 200 milioni di sterline. Prima la chiusura dei ristoranti londinesi e il licenziamento dell’intero personale, poi la marcia indietro per usufruire degli ammortizzatori messi a disposizione da Boris Johnson, infine la controversa fuga nella villa al mare, osteggiata dai residenti preoccupati dal rischio di contagio, in una tempesta mediatica senza precedenti.

Business tuttavia must go on: il grande chef britannico si è fatto rivedere di recente a Londra, a 246 miglia di distanza, per lanciare il servizio di asporto dal suo gastropub lungo il fiume, The Narrow.

Anche questa volta hanno parlato i social: in una story su Instagram (dove vanta 9 milioni di follower), verosimilmente girata nel giardino della sua casa di Wandsworth, invitava i londinesi a visitarlo di sabato per approfittare del barbecue: “Gli hamburger più incredibili, ottimi gelati, sidri, birre e vini. Venerdì a mezzogiorno. Non vedo l’ora di vedervi. Godeteveli.”

Poi il ritorno subitaneo in Cornovaglia, per filmare il tramonto. Secondo le norme attualmente in vigore in Gran Bretagna, sono ammessi gli spostamenti senza chilometraggio per comprovate esigenze di lavoro.