Apertura dell’anno a Parigi: Cédric Grolet, miglior pasticcere del mondo apre la sua boulangerie ed è subito fila

È successo ieri a Parigi, quartiere Opéra, dove una lunga coda si è snodata in attesa dell’inaugurazione della boulangerie di Cédric Grolet, trentaquattrenne astro della pasticceria d’Oltralpe, tuttora in forze a Le Meurice, consacrato sul tetto del mondo dai 50 Best.

0
1607
cedric grolet opera parigi
La Notizia

C’è chi si mette in fila all’alba per il nuovo modello di iPhone, e chi arrota i denti nella speranza di affondarli dentro una viennoiserie d’autore. È successo ieri a Parigi, quartiere Opéra, dove una lunga coda si è snodata in attesa dell’inaugurazione della boulangerie di Cédric Grolet, trentaquattrenne astro della pasticceria d’Oltralpe, tuttora in forze a Le Meurice, consacrato sul tetto del mondo dai 50 Best. Erano in centinaia a combattere temperature prossime all’ibernazione al civico 35 di Avenue de l’Opéra; i primi, si dice, avrebbero addirittura trascorso la notte al gelo, in attesa di una colazione da sogno. Scene mai viste, in un paese dove pure la gola è da sempre cultura.

E grande è stata la delusione quando dopo 4 ore di fila, sorvegliata da forze dell’ordine fra due cordoni paralleli, i gourmand in testa si sono ritrovati alle 11 di fronte a vetrine desolatamente vuote: i pain au chocolat erano già terminati. Nel frattempo, oltre la selva degli smartphone tesi a immortalare un momento cult, dietro la porta a vetri dei sogni c’era lui: Grolet in persona, che estratte le baguette dal forno, si preparava a farcire i primi jambon-beurre con pane di segale e cetriolino a 13 euro insieme a Yohann Caron, compagno d’avventure al Meurice.

Un capolavoro della comunicazione, che la nouvelle vague dei trentenni sembra surfare come nessuno mai prima, e di uno stile che ha saputo spolverare i classici con virtuosismo, vedi i fruttini iperrealistici. L’inaugurazione, prevista per il 16 settembre, era stata preparata dal tamtam social delle specialità in arrivo, dagli éclair al cioccolato o alla vaniglia (9 euro) a Mont Blanc, tartellette al limone e tatin rivisitate; fino a sandwich salati espressi, per esempio con pollo arrosto, senape all’antica, mais fresco e quinoa soffiata in un pane al mais. Cédric del resto, capelli al vento, jeans e tatuaggi in vista, ha fatto breccia nel pubblico dei millennials, al punto da raccogliere dietro i suoi pic 1,4 milioni di follower su Instagram.