Quilon a Londra, una delle migliori cucine indiane stella Michelin da oltre 10 anni

Si può premiare la tradizione? Pare di sì, visto che il Quilon di Londra detiene la stella Michelin dal 2008 proprio per la capacità di riproporre fedelmente la cucina del Kerala all'ombra del Big Ben.

0
396
La Storia

Il Quilon è uno dei ristoranti indiani con una stella Michelin di Londra. Condivide gli spazi con il lussuoso ed elegante Taj 51 Buckingham Gate Suites and Residences e presenta un ambiente molto lineare, che dà però importanza all’arte.

L’acclamato artista indiano Paresh Maity, infatti, ha realizzato opere ispirate ai colori dell’acqua. La stessa acqua da cui deriva anche la cucina del Quilon con lo chef Sriram Aylur, che racconta la costa sud-occidentale dell’India.

Quando si entra al Quilon non sembra certamente di essere in un ristorante indiano, ma l’inconfondibile aroma delle spezie accompagna in un’esperienza culinaria completa e appassionante.

La Cucina

In questa zona dell’India rinfrescata dalla brezza che viene dal mare e dalla vegetazione lussureggiante, ci sono alcuni ingredienti principe a cui non si può rinunciare.

Il primo è il cocco, non per niente Kerala significa “terra delle noci di cocco”. Viene utilizzato in tutte le sue parti, ma si trova soprattutto sotto forma di olio e latte, che mitiga le spezie onnipresenti: pepe, cardamomo verde, cumino, peperoncino e zenzero sono solo un esempio. Il riso è un altro ingrediente fondamentale, servito di solito bianco come accompagnamento è molto utilizzato anche come farina nella preparazione di dolci e noodles. In Kerala i piatti sono per la maggior parte vegetariani, ma sono apprezzati anche il pollo, l’agnello e, sulla costa, pesce e frutti di mare. Ultimo ingrediente fondamentale è la salsa sambar, a base di verdure e legumi di Caiano (conosciuti anche come piselli del piccione), insaporiti con tamarindo. Anche in questa salsa non possono mancare le spezie come cannella, senape, foglie di curry, peperoncino e coriandolo.

Caratteristica del Quilon è che si viene invitati a condividere i piatti con gli altri commensali: tante porzioni per assaggiare di tutto un po’. Proprio come si fa in Kerala, dove è tradizione attingere dal thali, un piatto diviso scomparti che presenta un pasto completo e ben bilanciato.

La mente che sta dietro al Quilon è quella dello chef Sriram Aylur, che cucina da quando era bambino. È stato influenzato e ispirato dal ristorante di suo padre in India e da quando ha aperto il suo locale a Londra, nel 1999, ha collezionato molti premi. I piatti sono sani e ricchi di cultura, visto che rispettano le radici da cui sono stati ispirati.

Propone una cucina indiana più sana e moderna, che non viene contaminata da ingredienti non opportuni e alla moda come il foie gras ma, anche se ha ricevuto la stella Michelin nel 2008 proprio per il suo essere tradizionale, sarebbe bello se dopo tanti chef Sriram si avventurasse su terreni meno conosciuti e più all’avanguardia.

Resta comunque un indirizzo da provare se si è a Londra perché lo yogurt fatto in casa, il riso al limone, gli okra croccanti, il pollo al mango e il curry di pesce sono in grado di portare mente e palato in Kerala, dove la canicola si affievolisce appena sono al calar del sole. Sensazione che tra le nebbie londinesi non può che far piacere.

Q Bar

Al bar del ristorante si ritrova la magica atmosfera dei templi indù, grazie a una parete rivestita da piccole candele. Nonostante la lunga lista di cocktail, liquori e vini, merita un assaggio il Qojito, il drink signature del Quilon a base di vodka al peperoncino verde, menta e limone.

Indirizzo

Quilon

41 Buckingham Gate, Westminster, London SW1E 6AF, Regno Unito

Il sito web