Tre chef stellati per la terza edizione di Chef Bizzarri

Saranno tre gli eventi, tra marzo e aprile, che vedranno, presso l’Osteria di Birra del Borgo di Roma, i cuochi Niko Romito, Heinz Beck e Pino Cuttaia mettere le mani in pasta insieme a Luca Pezzetta, noto pizzaiolo del locale.

0
170
L'Evento

Chef Bizzarri chiama a raccolta i grandi cuochi italiani e lo fa, per il 2019, in grande stile. Dal 2016 Birra del Borgo porta la birra italiana dove non è mai arrivata, invitando chef stellati e non a valorizzarla esprimendo la loro personale idea di birra in cucina.

Saranno tre gli eventi, tra marzo e aprile, che vedranno, presso l’Osteria di Birra del Borgo di Roma, i cuochi Niko Romito, Heinz Beck e Pino Cuttaia mettere le mani in pasta insieme a Luca Pezzetta, noto pizzaiolo del locale.

A ispirare le serate saranno sempre loro, le bizzarre di Birra del Borgo, birre che fanno convivere gusti e profumi inediti, prodotte in tiratura limitata utilizzando ingredienti e lavorazioni speciali. Il filo conduttore tra le produzioni è la creatività volta a sorprendere e sperimentare: “ci piace divertirci e fare combinazioni insolite. Per questo nasce Chef Bizzarri, per portare i grandi cuochi a confrontarsi in un ambito lontano dal loro” spiega Leonardo Di Vincenzo, birraio e fondatore di Birra del Borgo.

Per questa edizione i protagonisti della tavola saranno pizza e birra, due prodotti nati dalla stessa triade creativa – cereali, acqua e lievito – entrambi accessibili, democratici e popolari. Il tema di questa edizione vuole proprio essere quello di far convivere un prodotto popolare con l’alta gastronomia per capire fino a che punto la pizza può cambiare e trasformarsi in qualcosa di nuovo e personali.

Per la prima serata il protagonista è stato Niko Romito, chef del ristorante Reale Casadonna di Castel di Sangro, tre stelle Michelin, che ha portato i suoi pezzi forti come pane e bombe. “Ho riscoperto il pane a Copenaghen dove veniva valorizzato e capito. Da lì è cambiata la mia visione di questo prodotto spesso bistrattato e mi sono impegnato per miglioralo e trasformarlo in valore aggiunto per tutti i miei locali. La bomba invece nasce dalla ricerca sui lievitati e dal desiderio di poterla riprodurre sempre uguale. La replicabilità di un format per me è un modo per far arrivare l’alta qualità della cucina a tutti anche se questo significa, per un cuoco moderno, appoggiarsi alla grande industria senza snaturare i suoi prodotti” spiega Niko Romito

Concetti chiari e moderni per questo cuoco che non ha paura di sostenere le proprie scelte, scelte vincenti visto il successo che sta avendo un po’ in tutto il mondo. Con queste premesse Luca e Niko hanno deliziato i commensali di questa prima serata con le loro intriganti proposte abbinate alle sempre interessanti bizzarre di Birra del Borgo.

I Piatti

La Saracena&Pane

Alla birra Saracena, prodotta con un’altissima percentuale di Grano Saraceno Tartarico maltato, che dona un’incredibile freschezza erbacea, è stato abbinato il suo incredibile pane con il ragù, un must di Niko, e il pane con le acciughe e le cime di rapa.

 

Caos&Bomba

Alla Caos, fatta con il 39% di mosto d’uva Malvasia e 61% di mosto di Duchessa lavorati insieme, è stata accostata una bomba farcita con maiale fondente e senape dall’effetto scenografico e di gusto molto appetitoso.

 

Lisa&Pala

La pizza alla pala di Luca Pezzetta, rivisitata nel topping da Niko, aveva pomodoro arrostito, scamorza Passita di Campo Felice, basilico e limone era abbinata alla Lisa, la birra prodotta con Grano Cappelli e scorza d’arancia.

 

L’Equilibrista&Antifocaccia

Una focaccia con cappero disidratato nell’impasto cui sopra è stato messo vitello, pomodoro disidratato e salsa tonnata fatta con il tonno preparato da Niko abbinata a una IGA prodotta con il 39% di mosto d’uva Sangiovese e il 61% di mosto di Duchessa seguendo tutti i passaggi di un “Metodo Classico” in piena regola.

 

Lost Barrel&Bomba dolce

Si è chiuso in bellezza con la glosissima Bomba ripiena di crema pasticcera e un Imperial Stout con aceto balsamico.

Le prossime date saranno giovedì 4 aprile Heinz Beck (La Pergola, Roma) e lunedì 15 aprile Pino Cuttaia (La Madia, Licata).

Crediti fotografici: Alberto Blasetti