The Pizzaioli: i gemelli che hanno sfondato in Scozia con la pizza romana

Due gemelli italiani ad Ayr e il sogno (realizzato) di conquistare gli scozzesi con la pizza romana, tonda o in teglia come vuole tradizione. “The Pizzaioli” riscuotono consensi con impasti e topping di qualità.

0
596
La storia

Al 10 di New Bridge Street ad Ayr, in Scozia, i due fratelli gemelli Mattia e Jacopo Dalle Piane hanno portato un pizzico o, forse è il caso di dire, una fetta di romanità; infatti, grazie alle loro tonde croccanti e sottili, anche in questo piccolo paese dell’Ayrshire si può gustare la pizza di cui i due fratelli sono ghiotti fin da bambini.

@Alasdair MacLeod-Ayrshire Post

Siamo due pizzaioli e abbiamo deciso di portare qui gli impasti più autentici. Replichiamo quelli con cui siamo cresciuti: in teglia o stesi tondi alla romana, sottili e croccanti. Li prepariamo ogni mattina e acquistiamo gli ingredienti da un fornitore italiano con sede a Glasgow. La gente pensa alla pizza come un alimento poco sano, ma quando è realizzata correttamente e con ingredienti freschi, può essere leggera ed equilibrata.“, raccontano.

The Pizzaioli”, questo il nome del loro locale inaugurato a dicembre, ha da subito spopolato tra gli abitanti di Ayr, non solo per la pizza, ma anche per i golosissimi cannoli che Jacopo ha imparato a preparare durante un periodo trascorso in Sicilia. “Quando Jacopo è tornato dalla Sicilia e mi ha fatto assaggiare i suoi cannoli, ho subito pensato che una volta aperto il nostro locale non sarebbero potuti mancare. Nei primi 10 giorni di ne abbiamo venduti 400 rigorosamente fatti a mano: qui le persone li adorano“, spiega Mattia.

@Alasdair MacLeod-Ayrshire Post

Il progetto dei due gemelli ventottenni ha iniziato a prendere forma 7 anni fa, quando Jacopo ha raggiunto Mattia, che già lavorava come head chef in terra scozzese.  “Jacopo è venuto a trovarmi nel 2016 e sono riuscito a trovargli un lavoro al mio fianco; è stata sin da subito un’esperienza davvero preziosa, perché condivisa“.  Sono dovuti, però, passare alcuni anni perché il loro sogno iniziasse a concretizzarsi: “La pandemia ci ha dato il tempo di pianificare tutto in modo più dettagliato. Abbiamo voluto iniziare in piccolo e vedere la reazione delle persone che, per fortuna, è stata estremamente positiva. Ho sempre immaginato di creare qualcosa di mio fin da bambino: ora esserci riuscito al fianco di mio fratello è un sogno che si avvera”, confida Mattia.

@Alasdair MacLeod-Ayrshire Post

Fonte: dailyrecord.co.uk

Trovi qui l’articolo cliccabile