Cornovaglia: hotel spende 580.000 € per gli alloggi dei dipendenti

Ecco come il proprietario di un hotel in Cornovaglia convince i migliori a lavorare per lui: alloggio garantito in una struttura che non ha nulla da invidiare al posto di lavoro, con tutti i benefits del caso.

0
645
La notizia

Giles Fuchs, proprietario del Burgh Island Hotel, dopo aver riscontrato problemi nel reperire personale qualificato che rimanesse a lavorare nell’hotel per periodi prolungati a causa degli alti costi degli alloggi, ha acquistato una struttura per ospitarli. “Faccio fatica a trovare validi operatori che si trattengano a lavorare per me a tempo indeterminato. La causa è che qui i costi degli alloggi sono vertiginosi, così ho scelto di risolvere in modo diverso”.

Giles Fuchs
Burgh Island Hotel

Il Burgh Island Hotel si trova nel Devon, in Cornovaglia, e il proprietario Giles Fuchs lamenta difficoltà simili a quelle di cui tutti parlano in questo periodo, ma c’è una differenza. Per quanto riguarda il suo albergo vista mare, l’ostacolo si rinviene nel costo molto esoso degli alloggi (trattandosi, fra l’altro, di un’isola). Dipendenti e potenziali tali non vogliono e/o non possono spendere cifre anche superiori al salario percepito per pagare un luogo in cui soggiornare tra un turno e l’altro.

La soluzione l’ha pensata e messa in pratica acquistando una struttura adibita a residenza per anziani (ex casa di cura) con il progetto di trasformarla in una sorta di pensione per i suoi dipendenti. Investimento previsto?  500.000 sterline (ovvero, 580.000 euro) in 6 mesi, e i lavori stanno iniziando proprio ora. Il progetto prevede la realizzazione di ventidue camere matrimoniali a due passi dal luogo di lavoro, per facilitare la ricerca e la lunga permanenza dello staff sull’isola.

Burgh Island Hotel

“Attraverso la fornitura di alloggi di qualità, speriamo di attrarre e trattenere i migliori talenti dell’ospitalità per contribuire a garantire loro una migliore qualità della vita e, di conseguenza, far sì che i nostri ospiti godano della migliore esperienza durante il soggiorno con noi”, racconta Giles Fuchs.

L’hotel in alta stagione impiega circa 100 dipendenti, ma aveva solo 16 stanze per coloro che venivano a lavorare da luoghi distanti e non disponevano di una sistemazione. Adesso, con la nuova idea di Giles che certamente non si perde d’animo, il Burgh Hotel avrà molta più facilità a reperire e mantenere il personale impiegato a lungo termine e soprattutto, in maniera serena.

Fonte: bbc.com

Trovi qui l’articolo cliccabile

Foto: @Burgh Island Hotel