TripAdvisor svela i migliori fine dining del mondo: sul podio Moreno Cedroni

Gli utenti TripAdvisor hanno eletto i migliori 25 ristoranti gourmet del mondo. Fra questi, tre indirizzi italiani accomunati dalla doppia stella Michelin.

0
274
La classifica

Gli utenti di TripAdvisor hanno stilato la classifica dei migliori ristoranti fine dining del mondo. Tra le scelte, effettuate da privati residenti in Europa e non, saltano all’occhio ben tre ristoranti italiani, accomunati dal fatto di avere tutti 2 stelle Michelin. Siete curiosi di sapere di quali indirizzi stiamo parlando? Vi accontentiamo subito. Il sedicesimo posto in classifica è di Don Alfonso 1890, che -come ricorda la Michelin- ha fatto la storia della tradizione gastronomica campana di qualità. Il ristorante due stelle si trova a Sant’Agata sui Due Golfi, bellissimo paese della Costiera Sorrentina.

La sesta posizione è stata conquistata, invece, dallo chef campano doc Antonino Cannavacciuolo, volto noto di diversi TV show. Il suo Villa Crespi sul lago d’Orta è celebre per il sapiente accordo tra cucina napoletana e piemontese.

Villa Crespi

Sul terzo gradino del podio (miglior indirizzo italiano), La Madonnina del Pescatore di Moreno Cedroni. Il fine dining di Senigallia è stato incoronato meta imperdibile per gustare una cucina di mare senza eguali (e non solo). Merito anche dell’eccellente servizio di sala firmato Mariella Organi, del laboratorio The Tunnel e dell’apporto creativo di Luca Abbadir.

Foto di Lido Vannucchi

Ma quali sono i ristoranti che si sono aggiudicati il primo e il secondo posto secondo gli utenti TripAdvisor? Si tratta del locale L’oro di Rio De Janeiro, un due stelle carioca che propone una cucina fusion brasiliana e, alla prima posizione della top 25, The Old Stamp House Restaurant di Ambleside ,che ha conquistato la critica con la location suggestiva (una cantina riadattata in cui pare componesse le proprie opere il poeta William Wordsworth) e le sue specialità a base di agnello.

Felipe Bronze- chef di Oro

Fonte: tg24.sky.it

Trovi qui l’articolo cliccabile