DiverXo diventa il ristorante stellato più costoso della Spagna: 360 euro per il nuovo menu degustazione di Dabiz Muñoz

Lo chef tristellato annuncia un cambiamento importante per il 2022: l’aumento dei prezzi del suo menu degustazione. Una decisione volta ad ammortizzare il costo della materia prima, insieme al desiderio di porre sempre più attenzione alle necessità del personale.

0
796
La notizia

Dabiz Muñoz, chef tristellato e anticonformista del ristorante DiverXo di Madrid, ha fatto un annuncio che anticipa le sue intenzioni per il 2022. Intenzioni che si rivolgono all’ambito sostenibilità, partendo da una filosofia molto particolare: fare buon uso delle risorse finanziarie e aumentare, al contempo, la qualità delle condizioni di lavoro del personale.

Fin qui nulla appare particolarmente strano, ma in realtà il buon uso delle risorse finanziarie prende il via da ciò che i clienti pagano per vivere l’esperienza che DiverXo sa regalare. In sintesi, Muñoz ha deciso di alzare il prezzo del suo menu degustazione del 46%, passando da 250 a 365 euro, e diventando così il ristorante stellato Michelin più costoso della Spagna. Un cambiamento che vedrà la sua applicazione a partire da gennaio 2022 e seguirà una precisa impostazione: non includerà altri costi, se non quello dei piatti del percorso, e potrà essere completato con una eccellente selezione di vini al prezzo aggiuntivo di 150 euro, oppure un abbinamento di “alto livello” ad opera del sommelier Miguel Angel Millàn, alla “modica” cifra di 300 euro.

Una decisione che lo chef spiega definendola un modo per contrastare il significativo e costante incremento che ha interessato il prezzo delle materie prime, dei trasporti, dell’elettricità, insieme al desiderio di porre sempre più attenzione alle necessità del proprio personale migliorandone la situazione lavorativa e pagando uno stipendio migliore. Insomma, per Muñoz, questa rappresenta una risposta al problema che da anni perseguita il settore dell’ospitalità e oggi, dopo la pandemia, in aumento.

Già da tempo lo chef aveva parlato del tema inerente le difficoltà legate al personale, sottolineando la necessità di normalizzare le ore di lavoro settimanale e gli stipendi troppo bassi che spesso la categoria percepisce. Così ecco la sua soluzione, la presa di posizione per poter fare un concreto passo su questa strada. Inutile dire che, come previsto, l’annuncio ha fin da subito sollevato un dibattito sui canali social: centinaia i commenti divisi tra favorevoli e contrari.

Dabiz Munoz per Magnum

DiverXO attualmente guida la lista dei ristoranti tre stelle Michelin spagnoli maggiormente costosi (un totale di 11 in Spagna). Tra gli altri, subito al seguito Martín Berasategui al ristorante Lasarte, con un menu degustazione da 290 euro; Eneko Atxa all’Azurmendi, con un percorso da 250 euro; Arzak a San Sebastián, che propone l’esperienza a 242 euro. 

Fonte: lavanguardia.com

Foto: Pagina Facebook DiverXO