Non solo uva: alle Canarie nasce il primo vino di banane IGT. Fresco e anche anti-spreco

Un’azienda di Tenerife ha trovato il modo di produrre vino con gli scarti delle banane mature. Il risultato è sorprendente.

0
197
La notizia

Il primo vino a base di banana IGT è l’idea alquanto innovativa e bizzarra dell’azienda Bodegas Platè, nota cantina di Tenerife che da oltre 10 anni produce specialità enogastronomiche innovative basandosi su un’intensa attività di ricerca e sviluppo con l’obiettivo di azzerare gli sprechi legati al commercio e all’esportazione della frutta.

Il vino ottenuto dalla fermentazione a freddo delle banane è prodotto adottando un procedimento identico a quello tradizionale: proprio come avviene con l’uva, l’azienda seleziona le banane al giusto punto di maturazione, poi la polpa tritata finemente viene fermentata a freddo in contenitori di acciaio inox grazie all’aggiunta di lieviti. Le banane utilizzate sono fornite a Bodega Platé da agricoltori indipendenti locali che coltivano il frutto con metodi tradizionali. Le banane delle Canarie arrivano a maturazione gradualmente e con più lentezza rispetto agli altri Paesi produttori a livello mondiale grazie al clima mite subtropicale di queste isole spagnole: ciò dona al frutto un sapore e un aroma più elevati. Bodegas Platé produce due differenti varietà di vino: uno semisecco e uno fruttato.

Il vino di banana semisecco si distingue per il colore giallo paglierino e riflessi verdognoli appena accennati. Al naso è fresco e tropicale con sentori di frutta esotica (ananas, guava e frutto della passione), mela e un morbido aroma di banana. Alla bocca ha una leggera dolcezza, ben bilanciata con l’acidità presente, che porta alla mente paesaggi tropicali. Risulta perfetto per accompagnare aperitivi, carne bianche, ma anche risotti o piatti di pesce alla griglia. Il bianco semisecco di Bodegas Platé è stato premiato con la medaglia d’oro nell’edizioni 2020 e 2021 di Cinvé, un prestigioso concorso internazionale patrocinato dal Ministero spagnolo per l’agricoltura, la pesca e l’alimentazione.

Il bianco fruttato, invece, si presenta con un colore giallo paglierino brillante. Al naso è fresco con sentori fruttati fino ad arrivare ai più complessi aromi di pasticceria. In bocca è dolce, ma senza esagerare con note floreali e un tocco continuo di banana che non stanca. Si abbina bene ad antipasti, pesce crudo (sushi, sashimi), pesce affumicato, risotti, insalate e dolci.

Bodegas Platè, grazie alla sua attenzione per il rispetto dell’ambiente, rientra in pieno nei criteri di selezione del Team Gusto Canario: il primo shop online specializzato nell’offerta di prodotti enogastronomici delle isole Canarie diretto al mercato italiano che in sole 48 ore fa recapitare le eccellenze locali sulle tavole della Penisola. Oltre al vino di banana Bodegas Platé produce anche quello di mora e di maracuja, due varianti frizzanti di minor gradazione con una combinazione di aromi e sapori tropicali.

La frutta e la verdura delle isole Canarie sono il punto di forza dell’azienda di Tenerife, che oltre al vino produce anche creme d’aceto a base di mango, maracuja, ovviamente, banana e una al peperone rosso: tutti prodotti unici sul mercato e sorprendenti per i loro aromi e la loro freschezza. L’obiettivo di Bodegas Platé è quello di dare una seconda vita alla frutta azzerando gli sprechi legati al commercio e all’esportazione.

Fonte: bodegasplate.com

Foto del prodotto per gentile concessione di Bodegas Platé