Ristoranti, c’è ottimismo nel Regno Unito: gli chef aderiscono agli eventi gastronomici in programma a maggio

I vaccini e il programma di allenamenti delle restrizioni annunciato dal Governo britannico hanno fatto sì che molti chef d'Oltremanica si stiano impegnando per organizzare i tipici festival gastronomici ormai dimenticati da più di un anno.

0
25
La Notizia

La tempestiva campagna vaccinale intrapresa nel Regno Unito per sconfiggere il Covid-19 che ha visto già più di 20 milioni di dosi somministrate, ben il doppio rispetto ad alcuni Paesi Ue, sta  permettendo ai britannici di sognare un’estate senza vincoli per l’ospitalità. L’annuncio da parte del Governo di una tabella di marcia che prevede un allentamento delle restrizioni ha subito suscitato grande entusiasmo e voglia di ricominciare tra molti chef e proprietari di ristoranti. Molti di loro, infatti, hanno già annunciato l’adesione a festival enogastronomici che si terranno Oltremanica da Maggio in poi.

Si inizia con il Kantina Weekender che si terrà nel mese di Maggio a cui hanno già aderito diversi chef  tra cui Sam Buckley , Mary Ellen McTague, Simon Martin, Stosie Madi, Brad Carter e Gary Usher . Altri ristoranti in cartellone a Kantina saranno: Higher Ground, Tash, Ombra e Dishoom,  con i vini forniti da Top Cuvee ‘s negozio Cuvee e cocktail.

Il Kantina sarà seguito poi dal Bigfoot Festival, programmato dal 18 al 20 Giugno, un festival della birra artigianale e della musica che si terrà a Ragely Hall, nel Waraickshire. Al Bigg Foot parteciperanno numerosi chef e ristoranti tra cui 10 Greek Street , Patty and Bun , Scully, Andrew Clarke e Club Mexicana.

L’11 e 12 Settembre poi, tornerà anche il celebre Dorset Seafood Festival a Weymouth, evento che normalmente attirava circa 60.000 persone, ma che, ovviamente, quest’anno sarà ridimensionato e i partecipanti dovranno pagare una quota di iscrizione per facilitare la gestione responsabile della folla.

Dal 16 al 19 Settembre, poi, il Dorset Seafood Festival sarà subito seguito dal Pub in the Park a Marlow, storicamente il più grande festival gastronomico e musicale del Regno Unito con oltre 120.000 partecipanti. L’evento organizzato e gestito dal celebre chef Tom Kerridge era stato programmato per Maggio, prudenzialmente è stato posticipato per evitare spiacevoli e indesiderate cancellazioni. 

Si auspica che presto anche noi italiani potremmo tornare a fare interminabili code per riuscire ad accaparrarci qualche prelibatezza in uno dei tanti eventi enogastronomici che da sempre hanno caratterizzato primavera ed estate nei nostri paesi e nelle nostre città.