Colpo grosso per Franco Pepe: pronto a replicare la pizzeria Pepe in Grani in tutto il mondo, nasce il progetto Proxima

Franco Pepe lancia il nuovo progetto Proxima che vedrà nella struttura di Lavello in Basilicata, all’interno del San Barbato Resort & SPA la sua prima apertura in primavera. Un progetto ambizioso che delinea i prossimi obiettivi del pluripremiato maestro pizzaiolo di Caiazzo.

0
230
La Notizia

Pensare positivo. Questi mesi di chiusura forzata sono stati lo stimolo, per alcuni, per ripensare e rivedere il lavoro svolto fino a quel momento. Franco Pepe, tra i pizzaioli più noti d’Italia, e non solo, ha colto l’occasione per fermarsi e rielaborare “un piano per il futuro”.

Da quando siamo in zona gialla – finalmente! – stiamo cercando di tenere aperto dal giovedì alla domenica, solo a pranzo, finché possiamo. Questo primo week end è andata bene, sto lavorando al 40/50 % rispetto a quello che potrei fare ma va bene così. La nostra offerta non è cambiata ma l’emergenza Covid mi ha costretto a fare le fasce orarie e dettare un tempo e questo mi fa male perché per me la pizza è convivialità, è stare seduti e godersi il momento senza fretta e senza limiti” racconta Pepe.

Il pizzaiolo campano, ex professore di educazione fisica e ciclista appassionato, da anni fa consulenze un po’ in tutto il mondo riscontrando un grande successo ma, sarà stato anche il periodo, ha rimesso tutto in discussione. Così da alcune riflessioni e valutazioni ponderate fatte insieme ai suoi più stretti collaboratori, che lo seguono da anni, nasce il nuovo progetto Proxima Franco Pepe.

“Proxima è un progetto dovuto per garantire tutto ciò che è la continuità”, dice Franco Pepe, “in Proxima c’è l’evoluzione di Pepe in Grani, ci sono i miei figli e lo sviluppo di quell’idea nata nel 2012 grazie alla quale ho potuto approfondire e sperimentare il mio format. Una sperimentazione che lega con la tradizione e che si fortifica con essa”.

L’idea è quella di replicare in tutto e per tutto Pepe in Grani, la pizzeria originale di Caiazzo, in provincia di Caserta, da cui è partito nel 2012. È un progetto parallelo che replicherà, in più luoghi, tutte le modalità della struttura originaria, dal servizio al design, dall’arredamento all’ offerta gastronomica modulata, quest’ultima, sul territorio. Prima regione ad accogliere Proxima sarà la Basilicata, precisamente a Lavello (Pz), dove ha inaugurato il 12 febbraio all’interno del San Barbato Resort Spa e Golf (già sede del Don Alfonso 1890).

“Questo progetto è nato da una grande riflessione che ho fatto in questo periodo: è sempre più difficile portare la mia esperienza in tempo reale, oltre al fatto che non è sempre facile mantenere il gruppo lavoro. Le consulenze che ho fatto erano dei test che mi hanno fatto capire tante cose. Ho creato un team completo e complesso che coinvolge persone con ruoli diversi, dall’architetto alla comunicazione, affinché mi supportino in questo format che riporta l’esperienza Pepe in Grani a 360°gradi. Non stiamo parlando di un franchising, sia chiaro. È solo un modo per riportare il progetto di Caiazzo in tutto il mondo. Porterò, a rotazione, le mie ricette top, tipo la pizza Scarpetta o Margherita Sbagliata, e amplierò il menu con i prodotti che offre il territorio. Andiamo ad adattare la nostra identità al luogo che spesso è tutto da scoprire. È un modo per non snaturare il lavoro fatto fino ad oggi dove il territorio ha sempre avuto un ruolo importante. Ci sono però dei casi, come per esempio Abu Dabi, con cui sto dialogando, dove porterò in toto le mie pizze perché li manca la materia prima.” ci spiega Franco Pepe che ringrazia Antonio Liseno, uno dei primi imprenditori a credere e sostenere il progetto e conclude “Oggi bisogna fare poche cose ma buone!”.

La pizza alla maniera di Franco Pepe è un’esperienza che deve essere vissuta nella sua interezza, attraverso profumi, sapori e le storie che si celano dietro la nascita di ogni singola creazione. L’analisi effettuata in anni di consulenze verso varie realtà internazionali, hanno fatto maturare l’idea che fosse giunto il momento per la creazione di un format replicabile che potesse presentare al meglio questo insieme di esperienze, senza lasciare nulla al caso. Proxima è il passo successivo.